San Fior

Economia: Cciaa Pordenone, segnali negativi in II trimestre

Non fosse per l'export, i cui ordini, rispetto al -5,7% riscontrato nella precedente analisi hanno ripreso a crescere, posizionandosi a un +2%, il quadro del comparto economico produttivo della provincia di Pordenone sarebbe quasi tutto a tinte fosche. Lo certifica coi numeri l&rsquoindagine congiunturale della Camera di Commercio di Pordenone &ndash Udine sul Pordenonese che ha raccolto e analizzato i dati del periodo aprile-giugno 2019 e le previsioni per il terzo trimestre dell'anno. Osservato speciale, è il manifatturiero, segmento-core che, dopo nove trimestri in crescita, ha evidenziato, come confermato dal presidente, Giovanni Da Pozzo, chiari segnali di sofferenza. "Tutti gli altri indicatori - sottolinea - sono in area negativa compreso il commercio, che aveva dato costanti segnali di risveglio; credo che alla ripresa s'imporrà una verifica in collaborazione con le categorie produttive". Positive, invece, le variazioni congiunturali degli indicatori. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie