Xylella:sperimentazione, germogli nuovi

Alberi d'ulivo 'incerottati' nel Salento, per una sperimentazione che potrebbe salvare parte del patrimonio minacciato o ormai in parte fiaccato dal batterio Xylella: negli scorsi mesi, e ancora in questo periodo, si è proceduto agli innesti degli ulivi malati, anche ulivi secolari, con varietà di Leccino e Favolosa, che sono risultate resistenti (anche se non immuni) al batterio. Se ne sta occupando, tra gli altri, Giovanni Melcarne, imprenditore olivicolo, agronomo e presidente del consorzio Dop Terra D'Otranto: la sperimentazione riguarda piante che si trovano a Presicce, Ugento e Gagliano. In totale si tratta di circa 15mila piante per 15 ettari di terreni. La sperimentazione viene condotta anche per conto del Cnr. L'esito sarà noto non prima di due anni. Ma i nuovi "germogliamenti", dicono gli esperti, fanno sperare: "La speranza - spiega Melcarne, che ha condotto e vinto una dura battaglia per l'eliminazione del divieto di reimpianto - è di riuscire a ripristinare così il nostro paesaggio".(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Lo Strillone News
  2. Brindisi Report
  3. Brindisi Report
  4. Lo Strillone News
  5. Il gazzettino di Brindisi

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Michele Salentino

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...