Romeno dice no: salta la fusione con Cavareno e Ronzone. "Borgo d'Anaunia" è il nome scelto da Fondo, Castelfondo e Malosco

I cittadini di Romeno hanno detto no: non vogliono la fusione con i vicini di casa di Cavareno e Ronzone ed è quindi saltata la nascita del Comune unico "Belvedere d'Anaunia" . L'esito delle urne è stato piuttosto netto, in un verso o nell'altro. A Ronzone si sono espressi per il sì 129 elettori a fronte di 76 no, quasi il 69% ,, dato simile a quello di Cavareno , dove dei 427 votanti 294 hanno detto sì e 133 no, 63,54% ,. A Romeno, invece, ha trionfato il "no" con 416 voti a fronte dei 310 di chi era invece favorevole alla nascita del nuovo Comune in alta Val di Non. Pubblicità Pubblicità Un risultato che lascia sicuramente l'amaro in bocca alle tre amministrazioni comunali, guidate da Luca Fattor , Romeno,, Gilberto Zani , Cavareno, e Stefano Endrizzi , Ronzone,, che si erano spese per promuovere la fusione perché convinte che avrebbe garantito un futuro migliore alle nuove generazioni , lasciando loro un sistema organizzativo del settore pubblico più semplice e capace di dare risposte efficaci e tempestive ai cittadini del territorio. Il percorso che ha portato le tre realtà dell'alta valle fino al referendum consultivo non è stato facile e, com'è normale che sia, lungo la strada non tutti lo hanno condiviso. Proprio all'atto finale di questo percorso gli elettori di Romeno hanno deciso di far saltare tutto . Il sindaco di Ronzone Stefano Endrizzi è amareggiato: " Sono fortemente deluso dall'esito del referendum " dichiara ". Sono orgoglioso di Ronzone , il Comune più piccolo, quello che poteva avere più problemi, ha dato un segnale forte, si è dimostrato all'altezza delle sfide. Per questo ringrazio tutti coloro che sono andati a votare. Rimane però l'amarezza per il risultato di Romeno, che secondo me ha votato di pancia, non con la testa . I membri del gruppo di minoranza hanno fatto una campagna agguerrita per il no e oggi, domani, per una settimana festeggeranno, ma credo che tra non molto si renderanno conto di aver fatto un errore . Hanno portato avanti dei piccoli interessi personali, quasi clientelari , puntando ad amministrare Romeno dall'anno prossimo. Hanno avuto paura di mettersi in gioco in una realtà più grande . Dispiace perché ci credevamo, dal Comune più grande mi sarei aspettato visione e lungimiranza, così non è stato ". Pubblicità Pubblicità FONDO, CASTELFONDO E MALOSCO SCELGONO DI CHIAMARSI "BORGO D'ANAUNIA" " La fusione era già stata approvata a Fondo, Castelfondo e Malosco, che con il referendum di ieri dovevano solamente scegliere il nome da darsi: "Borgo d'Anaunia" o "Castel Fondo Malosco" . Ha prevalso la prima ipotesi e quindi il Comune che nascerà il 1° gennaio 2020 si chiamerà ufficialmente "Borgo d'Anaunia", proposta che ha raccolto nel complesso 504 voti contro i 239 di "Castel Fondo Malosco" . A Fondo è stata netta la "vittoria" di "Borgo d'Anaunia" con 365 voti a fronte di 46 preferenze per "Castel Fondo Malosco". Preferenza emersa anche a Malosco , anche se in maniera molto meno decisa, 52 voti contro 45,. La proposta "Castel Fondo Malosco" ha prevalso invece a Castelfondo , dove ha totalizzato 151 voti a fronte dei 96 di "Borgo d'Anaunia". Pubblicità Pubblicità Leggi tutta la notizia

Categoria: POLITICA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. L'Adige
  3. La Voce del trentino

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sanzeno

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...