Senorbì

Maran, a Genova per fare una grande gara

A un punto dalla meta salvezza. Ma di mezzo c'è una delle trasferte più difficili della stagione: al Marassi il Cagliari troverà un Genoa che deve assolutamente vincere per evitare un possibile sorpasso dell'Empoli che domenica gioca in casa un'altra partita della disperazione con il Torino. La squadra di Maran avrà anche Ionita grazie allo sconto di squalifica arrivato in settimana. Mancheranno però Ceppitelli e Faragò. "Abbiamo lavorato bene - ha detto il mister - sono convinto che andremo a Genova a fare una grande gara. Convinti che sarà una buona prestazione. Dobbiamo trovare la forza da quello che ci sarà - ha detto - siamo vaccinati: non ci dobbiamo fare condizionare". La lotta salvezza? "Tutti corrono - ha osservato - alla fine ti arrivano energie che pensavi di non avere. Normale che accada. Dobbiamo concentrarci su noi e su quello che abbiamo fatto al di là delle ultime tre sconfitte. Non dobbiamo guardare gli altri. Sapevamo che sarebbe stata una situazione in bilico sino alla fine". "Ionita è un recupero importante, avevamo trovato un certo equilibrio. Ma non dobbiamo soffermarci su chi c'è o non c'è: tutti sono in grado di dare un bel contributo - ha spiegato facendo un cenno anche su Castro che contro la Lazio si è ripresentato in campo con un assist. "Titolare è un po' difficile - ha concluso il mister - potrà sicuramente migliorare il suo minutaggio".(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie