Bocelli,anche avatar,duetta con Puccini

Tutto esaurito ieri al teatro Verdi di Pisa per l'inedito 'dialogo' tra Andrea Bocelli e Giacomo Puccini reso possibile grazie alle nuove tecnologie. Lo spettacolo, 'Virtuosi e virtuali', a scopo benefico e organizzato dalla Fondazione Arpa di cui Bocelli è presidente onorario, è stato l'evento conclusivo del Festival internazionale della robotica di Pisa. Sul palco il celebre tenore toscano ha potuto incontrare Puccini o meglio il suo avatar, un ologramma al quale ha prestato la voce l'attore Renato Raimo, direttore artistico del Festival. Grazie alla tecnologia il compositore è tornato a vivere: dietro le quinte Raimo ha indossato una speciale tuta sensorizzata che ne ha 'catturato' i movimenti, trasmettendoli al Puccini virtuale che sulla scena conversava con Bocelli e la moglie del tenore, Veronica. Come in un gioco di specchi, anche la prima uscita del cantante e della moglie si è rivelata virtuale, sorprendendo il pubblico che non pensava di 'vedere' due ologrammi duettare con i loro 'replicanti'.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Tirreno
  2. Il Tirreno
  3. Il Tirreno
  4. Il Tirreno
  5. Lo Schermo

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Seravezza

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...