Buste sospette a Ferrero e Vergnano

Una busta sospetta, del tutto simile a quella ricevuta oggi al quartier generale della Lavazza, è arrivata nel pomeriggio allo stabilimento della Ferrero, ad Alba (Cuneo). All'interno una polvere che verrà fatta analizzare. Sul posto con i carabinieri sono intervenuti i vigili del fuoco e una squadra di artificieri. La produzione industriale non è stata interrotta. Un'altra busta ancora, secondo quanto si apprende ora, è arrivata ieri allo stabilimento Caffè Vergnano di Santena (Torino). I sette dipendenti della Lavazza sono ancora. Gli investigatori attendono, in serata, gli esiti delle analisi dell'istituto Zooprofilattico. Nella busta, inviata dal Belgio, c'era anche una lettera scritta al computer in cui si chiedevano 300mila euro per non avvelenare il caffè. Polizia e carabinieri, che indagano sul caso, stanno valutando tutte le ipotesi. Analoga minaccia è quella giunta allo stabilimento Ferrero di Alba (Cuneo) e alla Caffè Vergnano di Santena (Torino).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Savona News
  2. www.ivg.it
  3. Gazzetta d'Alba
  4. Settimanale L'Ancora
  5. Targatocn.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Serole

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...