Rinviato processo ad attivisti 'No Tap'

E' stato rinviato al prossimo 10 ottobre il processo a carico di 25 attivisti del movimento 'No Tap', imputati per i disordini che si verificarono il 13 novembre 2017 in occasione dell'istituzione, da parte del prefetto di Lecce, della 'zona rossa' che prevedeva limitazioni e divieti intorno all'area del cantiere di San Basilio, a San Foca di Melendugno, dove sono in corso i lavori di costruzione del terminale di ricezione del gasdotto Tap. Il processo avrebbe dovuto aprirsi questa mattina davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Lecce, ma é stato rinviato a causa di un difetto di notifica per due imputati. I 25 attivisti a giudizio sono accusati tutti di manifestazione non autorizzata e, a vario titolo, di danneggiamento, violenza privata, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Fuori dal Palazzo di Giustizia un gruppo di attivisti del movimento che si oppone alla realizzazione in Salento del metanodotto ha protestato ribadendo che "nessuna pacificazione é stata raggiunta".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Quotidiano di Puglia
  2. BrindisiOggi.it
  3. BrindisiOggi.it
  4. Brindisi Libera
  5. LeccePrima.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Soleto

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...