Sfiduciato sindaco Cassino, "io tradito"

"La parola di oggi è tradimento di un mandato elettorale nei confronti anche di quelle forze politiche che si erano dichiarate disponibili a ricomporre il quadro politico del centrodestra uscito dalle elezioni. La risposta è stato il tradimento". Così l'ormai ex sindaco di Cassino (Frosinone), Carlo Maria D'Alessandro, dopo che ieri le dimissioni di quindici consiglieri hanno fatto cadere, dopo due anni e sette mesi, l'amministrazione comunale di centrodestra da lui guidata. Ad innescare la crisi sono stati tre consiglieri dissidenti di Forza Italia e uno di Noi con l'Italia, alle cui dimissioni si sono aggiunti i 9 consiglieri dell'opposizione di centrosinistra e i due consiglieri della Lega. Nel Comune Ciociaro si tornerà al voto, forse già a maggio. "E' la prima vota - ha aggiunto - che un sindaco viene sfiduciato dal presidente del Consiglio comunale. Sono stato messo sotto scacco per il nulla. Ho rabbia e delusione per non essere riuscito a portare a termine il mio mandato".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sora

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...