Muore per scoppio ordigno,forse suicidio

Teneva in braccio un ordigno rudimentale, di dimensioni medio-piccole, che avrebbe fatto scoppiare mentre si trovava sulle scale esterne della sua abitazione, a Taverna, con lo scopo, presumibilmente, di togliersi la vita. É quella del suicidio l'ipotesi più accreditata per la morte di un pensionato di 67 anni, A.F., con problemi di depressione. Celibe, il pensionato era un appassionato di pirotecnica. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno verificato che l'esplosione non ha provocato danni strutturali all'edificio in cui si é verificata. Sull'episodio sono state avviate indagini che vengono condotte dai carabinieri.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Taverna

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...