Torino

Scopri virtualmente Castel Sant'Angelo

#laculturanonsiferma

I musei del Polo Museale del Lazio sono chiusi fisicamente ma, in un modo diverso e inconsueto, saranno aperti per voi virtualmente, perché #laculturanonsiferma!

 

Tra cui anche Castel Sant’Angelo, quella grande costruzione di forma cilindrica posta lungo le rive del fiume Tevere che accompagna la vita dei romani da quasi 2000 anni. La sua costruzione iniziò nel 123 d.C. per volere dell’imperatore Adriano che voleva aveva pensato per sé e per i propri cari un mausoleo funebre di dimensioni gigantesche. Ma quanti sanno perché si chiama Castel Sant’Angelo?

 

Innanzitutto l’angelo è l’arcangelo Michele. Papa Gregorio Magno, nel tentativo di implorare l’intervento divino per porre termine alla tremenda peste che nel 590 flagellava la città, organizzò una solenne processione. Quando il corteo giunse di fronte alla Mole Adriana (altro nome con il quale il monumento è noto, Gregorio ebbe una visione: l’arcangelo Michele che, imponente sulla cima del tetto, riponeva nel fodero la sua spada fiammeggiante, simboleggiando così il termine dell’epidemia!

 

Di seguito le pagine dove potrai rimanere aggiornato sulle iniziative online del Museo:

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963