SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

Tour virtuale della Barilla: la storia della pasta più amata dagli italiani

#laculturanonsiferma

Un portale-museo che conserva le testimonianze di 141 anni di vita dell’azienda di Parma. Migliaia di fotografie, filmati, oggetti promozionali, confezioni, pubblicazioni e opere bibliografiche testimoniano il viaggio del Gruppo Barilla, icona del Made in Italy alimentare, e i cambiamenti della società italiana. Oltre 35.000 i documenti catalogati, 150 manifesti, 2.700 filmati pubblicitari, migliaia d’immagini dell’azienda dal 1913 ad oggi.

 

L’Archivio Storico Barilla viene inaugurato nel 1987 per volere del Presidente Pietro Barilla, con il fine di raccogliere, custodire e valorizzare tutta la documentazione storica prodotta dall’azienda a partire dal 1877, anno della fondazione, e dai marchi entrati a far parte del mondo Barilla: Mulino Bianco, Pavesi, Voiello. L’Archivio si trova presso il quartier generale Barilla, a Pedrignano, presso Parma.

 

All’interno dell’Archivio Storico Barilla troviamo testimonianze della vita, dei progetti, delle strategie aziendali, dei prodotti e degli uomini che hanno lavorato nella Barilla: è un archivio vivo, in continua evoluzione ed espansione, che raccoglie memorie e ricordi dell’azienda, presentando uno spaccato della società italiana che ripercorre mode, stili di vita ed abitudini di un’Italia che non si ferma mai. Il 30 novembre 1999 l’Archivio viene dichiarato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tramite il Sovrintendente agli Archivi per l'Emilia Romagna, di notevole interesse storico, perché testimone dello sviluppo dell'industria alimentare e dell'evolversi del costume in Italia.

 

L’Archivio conserva circa 45.000 pezzi divisi per settore che ripercorrono la storia e l’evoluzione dei marchi del Gruppo Barilla. Nella sezione pubblicità e grafica è possibile trovare oltre 150 manifesti dagli anni ’20 ad oggi, oltre ad oggetti promozionali, pubblicità radiofoniche e filmati pubblicitari a partire dagli anni Cinquanta del Novecento di Barilla, Mulino Bianco, Pavesi e Voiello con registi o protagonisti di tutto rilievo: da Lele Luzzati a Giorgio Albertazzi a Dario Fo, a Mina, a Fellini, a Michalkov a Paul Newman, a Wenders a David Lynch, a Tornatore. Inoltre, la ricca fototeca, che ospita migliaia di immagini dell’azienda dal 1913 ad oggi, permette di ricostruire quello che è il carattere familiare dell’impresa che ancora oggi la contraddistingue. Academia Barilla ha inoltre acquisito una straordinaria raccolta di menu storici dall’Ottocento ad oggi e la Biblioteca Gastronomica conta oggi oltre 11.000 volumi.

 

L’Archivio Barilla svolge attività di ricerca e studio, oltre ad organizzare conferenze e workshop. Collabora inoltre con istituzioni nazionali e internazionali per promuovere la cultura gastronomica italiana nel mondo attraverso pubblicazioni, video, mostre itineranti e progetti online.

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Nel frattempo, in altre città d'Italia...

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963