SCEGLI IL CINEMA
filtra per filtra per

John Wick 3 - Parabellum

  • Uscita:
  • Regia: Chad Stahelski
  • Cast: Keanu Reeves, Halle Berry, Anjelica Huston, Jason Mantzoukas, Ian McShane, Laurence Fishburne
  • Prodotto nel: 2018 da BASIL IWANYK, ERICA LEE PER LIONSGATE, THUNDER ROAD PICTURES
  • Distribuito da: 01 DISTRIBUTION (2019)

Film non più disponibile nelle sale

TRAMA

John Wick è in fuga per due ragioni: una taglia di 14 milioni di dollari e per aver infranto una delle regole fondamentali, uccidere qualcuno all'interno dell'Hotel Continental. La vittima infatti era un membro della Gran Tavola che aveva posto la taglia su di lui. John avrebbe dovuto già essere stato eliminato, ma il manager dell'Hotel Continental gli concede un'ora di tempo prima di dichiararlo ufficialmente "scomunicato". John dovrà cercare di restare vivo, lottando e uccidendo, in cerca di una via d'uscita da New York City.

Dalla critica

  • Cinematografo

    Continua la saga di John Wick con un terzo capitolo che riprende a stretto giro le vicende del secondo. E non solo, ne porta avanti pure le intenzioni, ovvero quelle di un film estremamente votato all’azione. Ci sarebbe potuto dire “esclusivamente”, e l’illusione si mantiene intatta per la prima mezz’ora di film, dove l’azione sembra davvero non avere soluzione di continuità. Sarebbe stato meglio, perché non appena Parabellum devia appena dal suo percorso di colluttazioni fantasiose e spietate, si sfilaccia per poca coerenza con un impianto narrativo non solo carente, ma anche stonato. Il regista Stahelski , una costante della saga, dirige Keanu Reeves (e Halle Berry , per una breve parentesi) in maniera esemplare, anzi, didattica, quando si tratta di menare le mani. Già perché il film, con tutti i difetti del caso, si lascia apprezzare comunque per il suo intento pro- grammatico : codificare la pellicola d’azione pura, facendo corrispondere suoni netti e precisi ad azioni corrispondenti. La lotta diventa una danza, una sinfonia , la cui bellezza si manifesta ai fan del genere sotto forma coreografica, non soltanto per il suo contenuto e non priva di ironia autoreferenziale . L’apporto narrativo delle sequenze si auto-annulla e gli scontri, di conseguenza, acquisiscono valore di per se stessi. Certo, è un compromesso ingombrante da imporre, vista la totale assenza di una trama consistente sul versante opposto, ma perlomeno è sincero. Resta il rimpianto di non aver, con il minimo sforzo, fornito questo terzo capitolo (come pure il precedente) di motivazioni più solide, magari con un paio di colpi di scena validi. Quando l’azione è tanta e tanto ben strutturata, basta poco per infiammare la pellicola. Invece John Wick sceglie la strada più difficile, quella del guerriero solitario , e si priva di una grande fetta di apprezzamenti. Ma d’altra parte, difettando persino di un finale conclusivo, può sempre riprovare con il prossimo film. E chissà che, come con Rocky 4 , non sia quello della consacrazione.

  • Il Giornale

    Quasi impossibile tenere i conti di quanti morti faccia questo terzo capitolo della saga di 'John Wick'. Noi ci abbiamo provato e, cadavere più cadavere meno, ne abbiamo calcolati ben 164 in 124 minuti di film; ovvero, 1,33 defunti ogni giro di lancetta della pellicola. Ovvio che con un simile conteggio, la trama si trasformi in un pretesto per dare il là a scontri, sparatorie, corpi a corpo. Il pregio, con un simile conteggio presentato all'incasso, è che questo terzo capitolo sia uno dei migliori action prodotti negli ultimi anni. John Wick 3 è, in alcuni momenti, davvero grandioso. Ci sono alcune scene d'azione così incredibili che ti chiedi come abbia fatto il regista, Chad Stahelski, a ottenere un simile risultato. Almeno tre di queste sono destinate ad entrare nella storia del genere. (...) Ecco, la saga di 'JW', tra ironia e fumetto, testosteroni e coreografie, è l'evoluzione moderna di quel tipo di cinema. A dimostrazione che, nonostante gli anni, un certo tipo di action, con il piede fisso sull'acceleratore, è duro a morire. Adesso, aspettiamo con impazienza anche il quarto tempo.

  • La Stampa

    Sulla carta John Wick, il killer in ritiro creato dallo sceneggiatore Derek Kolstad, sembrava un personaggio destinato a una sola stagione (...) Invece nel 2017 è arrivato un secondo capitolo che ha raddoppiato gli incassi; e ora per il numero tre si parla addirittura di «Wickverse», neppure John fosse un supereroe della Marvel. (...)Senza cambiare una formula dimostratasi vincente, Chad Stahelski - approdato alla regia dopo una lunga esperienza nel reparto stunt - impagina il film con impeccabile ritmo e stilizzata maestria coreografica, ben coadiuvato sul piano della suggestione visiva dal raffinato lavoro di luci del direttore di fotografia Dan Lautstensen e dalle scenografie postmoderno-retrò di Kevin Kavanaugh. Al centro di un cast ricco di belle presenze - dal re della Bowery Larry Fishburne alla misteriosa lady di Casablanca Halle Berry, dall' ex mentore Anjelica Huston alla gelida Asia Kate Dillon (la genderqueer lanciata da Billions ) - un Keanu Reeves cupo e fisicamente intenso domina la scena lottando per la sopravvivenza e lasciando trapelare nello sguardo intermittenti bagliori di umanità che gli accattivano la simpatia del pubblico: a voler dimenticare le assurdità di un copione vuoto d' anima, per chi ama il cinema puro può essere una festa.

  • Libero

    Piacerà ai fan dei primi due Wick. E a quelli, in generale del film d'azione a rotta di collo. (...) più di Keanu. Tutto bene, dunque? Eh no. Tutto benissimo nella prima mezz'ora. Dove la caccia al Keanu non lascia tregua né a Keanu né alla spettatore (...)Il film smette di essere un film e diventa un videogame. Ora i videogame al cinema se proposti alla selvaggia non funzionano. Al game si diverte chilo gioca, non chi lo guarda. Il cinema diventa un mezzo freddo dove la suspense a poco a poco si sfilaccia. Perdi la tensione, perdi l'ansia sulla sorte del Wick. Nonostante la trovata dimettergli di fronte Mark Dacascos , un divo delle arti marziali degli anni 90 (irriconoscibile per la pelata).

VEDI TUTTE LE RECENSIONI

Cosa vuoi fare?

Idee per il tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Altri film nei dintorni

Aladdin

  • Uscita:
  • Regia: Guy Ritchie
  • Cast: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Nasim...

Aladdin, un giovane intraprendente, sogna di fuggire alla sua misera esistenza di strada e sposare la bellissima...

Scheda e recensioni

X-Men: Dark Phoenix

  • Uscita:
  • Regia: Simon Kinberg
  • Cast: James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer...

Gli X-Men affrontano il loro nemico più formidabile e potente, una di loro: Jean Gray. Durante una missione di...

Scheda e recensioni

Nel frattempo, in altre città d'Italia...