Trento

Disinnescata la bomba a Romagnano

Gli artificieri dell'Esercito italiano, 2/o reggimento genio guastatori, hanno completato il disinnesco della bomba da 500 libbre rinvenuta in una zona boschiva sopra l'abitato di Romagnano, sobborgo poco distante da Trento. L'operazione, iniziata alle 5 di mattino, ha richiesto l'evacuazione dell'area dove è stato trovato l'ordigno, risalente agli ultimi mesi della Seconda guerra mondiale. Complessivamente sono stati evacuate, tra le 7 e le 8 di mattina, circa .2.000 persone, tra l'abitato di Romagnano e la vicina Garniga Terme. L'operazione ha richiesto uno schieramento straordinario di militari, coadiuvati da forze dell'ordine, Protezione civile e Croce rossa italiana. È stato inoltre allestito un centro di accoglienza per la popolazione gestito dal Nucleo volontari alpini (Nuvola) e dai volontari della Croce rossa italiana. Alle 10.15 la spoletta è stata fatta saltare sul posto e le strade per la zona sono state riaperte.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963