Nasce in Siberia la casa del futuro 'made in Trentino'

Entra nel vivo il progetto 'isolMAX': è stata infatti ultimata una casa-laboratorio 'made in Trentino' nel territorio di Barnaul, in Siberia, per dare efficienza energetica e massimo comfort abitativo anche in condizioni climatiche estreme grazie a speciali sensori. Il progetto è promosso dal sistema trentino di ricerca a cui partecipano Fondazione Bruno Kessler, Università di Trento, Cogi Srl e Altai State Technical University (Barnaul) e co-finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale, dal governo italiano e dall'assessorato allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento. La casetta realizzata con il sistema costruttivo a secco steelMAX© di Cogi è pronta ad accogliere gli inquilini che la abiteranno per i cinque anni di sperimentazione e a fornire ai sensori sviluppati da Fbk quelle informazioni che i ricercatori dovranno analizzare e tradurre in linee guida progettuali per costruire la casa del futuro.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. Il Dolomiti
  3. Il Dolomiti
  4. Il Dolomiti

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Trento

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...