Trento

Padre e figlio decapitavano cervi, denunciati da Forestale

Il Corpo forestale del Trentino ha recentemente condotto in val di Sole un'operazione antibracconaggio che ha portato alla contestazione di alcuni reati a carico di due persone. La settimana scorsa, nel comune di Caldes - informa una nota della Provincia di Trento - il personale forestale ha rinvenuto un cervo maschio, morto dopo una lunga agonia a causa di un laccio in acciaio posizionato dai bracconieri, che lo ha intrappolato al basso ventre. I forestali hanno subito attivato un sistema di controllo del sito mediante fototrappole, che ha consentito nei giorni successivi di riprendere due persone del luogo, padre e figlio, mentre smontavano e recuperavano il sistema di cattura, decapitavano il cervo prelevando la testa, e asportavano una delle fototrappole posizionate dai forestali per monitorare il sito.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963