Treviso

Imam da divieto di dimora a domiciliari

Dal divieto di dimora ai domiciliari è quanto ha deciso il Tribunale della libertà per un imam trevigiano che, secondo l'accusa, malmenava i propri studenti minorenni. E' un nuova caso in Veneto dopo quello di Padova che però era già stato segnalato con conseguenti indagini e provvedimenti della magistratura alcuni mesi fa. L'uomo, Omar Faruk, 36 anni imam bengalese della moschea di Pieve di Soligo, è accusato di aver picchiato i piccoli allievi della scuola coranica poco attenti agli insegnamenti e per questo il Pm di Treviso ne aveva chiesto l'arresto. Il Gip, invece, aveva deciso per il divieto di dimora in provincia, provvedimento contro il quale la Procura ha ricorso. Secondo l'indagine, in fase di chiusura con la Procura pronta a chiedere il rinvio a giudizio, l'imam bastonava, trascinava a terra, tirava le orecchie ai bambini (una cinquantina gli allievi tutti bengalesi) che non riuscivano ad imparare a memoria i versetti del corano in arabo.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie