Danneggiò sinagoga a Trieste, 'io ucciderei tutti gli ebrei'

E' un trentenne, residente a Trieste e originario del Nord Italia, l'uomo che in due momenti diversi, il 24 ottobre e il 3 gennaio scorsi, ha danneggiato la Sinagoga di Trieste, infrangendo due finestre. Individuato dagli agenti della Digos, l'uomo ha rivolto loro frasi antisemite: "Io gli ebrei li ucciderei tutti. Se voi foste ebrei e fossimo in guerra, vi ammazzerei tutti e due". Il trentenne è stato denunciato in stato di libertà per i reati di danneggiamento, propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale e religiosa. Per risalire all'identità gli investigatori, coordinati dal Procuratore capo di Trieste, Carlo Mastelloni, hanno esaminato le immagini delle telecamere di videosorveglianza collocate sull'edificio di culto. Gli atteggiamenti avuti dall'uomo sono stati definiti da Mastelloni "di notevole aggressività sociale" e giudicati pericolosi: segno della croce, dileggio della telecamera e gesto della pistola prima di colpire. L'uomo, ha agito da solo. (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Trieste

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...

      © Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963