SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

Tintoretto 1519-1594 in mostra a Palazzo Ducale

500 anni della nascita del pittore veneziano

Dal 7 settembre 2018 al 6 gennaio 2019 a Palazzo Ducale, la Fondazione Musei Civici di Venezia e la National Gallery of Art di Washington presentano un progetto di ricerca di respiro internazionale per festeggiare i 500 anni della nascita del pittore veneziano Jacopo Tintoretto, tra i giganti della pittura europea del XVI secolo.

 

Nel percorso espositivo 'Tintoretto 1519-1594' nell’Appartamento del Doge – a cura di Robert Echols e Frederick Ilchman, con la direzione scientifica di Gabriella Belli – si potranno ammirare 50 dipinti e 20 disegni autografi di Tintoretto, prestati dai grandi musei internazionali, unitamente ai famosi cicli realizzati per Palazzo Ducale tra il 1564 e il 1592, visibili nell’originaria collocazione.

 

L’esposizione permetterà dunque di riscoprire pienamente la pittura visionaria, audace e per nulla convenzionale di Jacopo Robusti che, figlio di un tintore, seppe sfidare la tradizione consolidata incarnata da Tiziano, sbalordendo e scegliendo di innovare: non solo con ardite soluzioni tecniche e stilistiche, ma anche con sperimentazioni iconografiche che segnarono un punto di svolta nella storia della pittura veneziana del Cinquecento.

 

Tra questi prestiti eccezionali, saranno esposte opere provenienti dai musei italiani e da quelli di Londra – la National Gallery, la Royal Collection, il Victoria and Albert Museum, la Courtauld Gallery – da Parigi, Gent, Lione, Dresda, Otterlo, Praga, Rotterdam. Dal Prado di Madrid arriveranno cinque opere straordinarie, comprese Giuseppe e la moglie di Putifarre (1555 circa), Giuditta e Oloferne (1552- 1555) e Il ratto di Elena (1578- 1579), di oltre tre metri di lunghezza. Susanna e i vecchioni, celebre e fascinoso capolavoro del 1555-1556, giungerà dal Kunsthistorisches Museum di Vienna e, grazie agli Staatliche Museen di Berlino, si vedrà in mostra il nobile Ritratto di Giovanni Mocenigo (1580 circa). E poi importanti opere dall’America: da Chicago a New York, da Philadelphia a Washington. Emblematici e rivelatori sono i due autoritratti con cui si apre e si chiude il percorso espositivo, eseguiti uno all’inizio e uno alla fine della carriera di Jacopo e prestati rispettivamente dal Philadelphia Museum of Art e dal Musée du Louvre.

Per maggiori informazioni

  • 0412715911

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

Peterloo

  • Uscita:
  • Regia: Mike Leigh
  • Cast: Rory Kinnear, Maxine Peake, Pearce Quigley, David...

Manchester, 16 agosto 1819. La storia del massacro di Peterloo, in cui la cavalleria britannica sparò contro una folla...

Scheda e recensioni

Ed è subito sera

  • Uscita:
  • Regia: Claudio Insegno
  • Cast: Franco Nero, Gianluca Di Gennaro, Paco De Rosa,...

Tratto dalla storia vera di una vittima innocente della faida di Scampia, Dario Scherillo. Dario fu ucciso nel 2004 a...

Nel frattempo, in altre città d'Italia...