Venezia

Moto ondoso come smog, protesta remiere

La voga come materia 'obbligatoria' nelle scuole di Venezia, l'introduzione di 'No wake zone' simili a quelle del Nord Europa, per ridurre a zero le ondate prodotte dai natanti. Sono alcune delle proposte che 33 associazioni di voga, canottaggio e vela di Venezia hanno indicato in una lettera inviata oggi al sindaco, Luigi Brugnaro, e al prefetto Vittorio Zappalorto. Una serie di richieste che le Associazioni sosterranno anche con una manifestazione acquea in Canal grande, annunciata per domenica 17 novembre. A Venezia - sottolineano le associazioni - il moto ondoso è l'equivalente dello smog per le città di terraferma, ma mentre per queste sono state emanate leggi, regolamenti e accordi, per la città d'acqua non c'è nulla di analogo, e le norme nazionali sul traffico nautico non si adattano alle imbarcazioni e al fragile equilibrio lagunare. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963