Invasione cornacchie,al via abbattimenti

Sono ripresi nell'Oristanese gli abbattimenti e la cattura delle cornacchie e corvidi in generale che, in questi mesi, hanno devastato alcune colture nelle campagne del territorio, a causa di una vera e propria invasione denunciata dalle organizzazioni agricole. Le nuove modalità operative di attuazione del piano sono state concordate tra il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, la Provincia di Oristano, i proprietari e conduttori di terreni agricoli e il Servizio veterinario della Assl di Oristano. Operativamente saranno i proprietari e conduttori dei terreni (in possesso di licenza di porto di fucile, dell'autorizzazione all'esercizio venatorio, dell'assicurazione e dell'abilitazione a coadiutore) a procedere all'abbattimento sotto la stretta vigilanza di tutte le forze dell'ordine. L'attività di abbattimento è consentita solo nei giorni feriali al mattino tra le 7 e le 11 e nel pomeriggio dalle 18 alle 20 escluse le giornate a rischio estremo per gli incendi boschivi (codice rosso). A fine giornata dovrà essere comunicato il numero di capi abbattuti e l'orario di chiusura intervento. Una parte dei volatili abbattuti verrà portata al servizio veterinario per il controllo epidemiologico e il monitoraggio della West Nile Disease, la cosiddetta febbre del Nilo. Gli animali non consegnati verranno interrati nei terreni in cui sono avvenute le catture.(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Sardegna News
  2. Sardegna News
  3. Sardegna News
  4. SardegnaLive
  5. Sardegna News

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Villa Sant'Antonio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...