VIDEO
Cerca video
NOTIZIE 06 AGOSTO 2023

Un algoritmo ha scoperto un asteroide pericoloso per la Terra

La tecnologia si dimostra sempre una risorsa preziosa per scoprire le meraviglie dell’universo, se poi serve a preservare l’integrità della Terra si tratta di una questione di sicurezza. L’intelligenza artificiale, infatti, attraverso l’applicazione di un algoritmo, ha scoperto un asteroide che potrebbe rivelarsi pericoloso per il pianeta.

Cosa ha scoperto l’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale divide l’opinione pubblica: c’è chi la vede come una risorsa, chi invece come una minaccia che presto sostituirà l’uomo in quasi tutte le funzioni che oggi ricopre. Se però un algoritmo rileva la presenza di un asteroide pericoloso per la Terra, in questo caso la sua applicazione è certamente una salvezza.

La scoperta è di un team di ricercatori dell’Università di Washington, attraverso il sistema di rilevamento Atlas delle Hawaii e una tecnologia di nuova generazione nota come HelioLinc3D. L’obiettivo è lavorare a un’indagine decennale del Vera C. Rubin Observatory, ma già sono arrivati i primi risultati. Sono proprio gli esperti ad avere definito il corpo celeste “potenzialmente pericoloso”: vista la vicinanza al pianeta, infatti, merita di essere monitorato.

Quanto è grande l’asteroide 2022 SF289

L’asteroide pericoloso si chiama 2022 SF289 ed è lungo circa 180 metri. Viene tenuto sotto controllo perché è fra i corpi celesti con una traiettoria che si avvicina a 5 milioni di chilometri dall’orbita terrestre. Per intendersi si tratta di circa 20 volte la distanza che c’è fra Luna e Terra. Sono noti come oggetti near-Earth, o NEO.

Questi “asteroidi potenzialmente pericolosi”, o PHA, rischiano di entrare in collisione con il pianeta, un’eventualità che si rivelerebbe devastante. Attraverso telescopi specializzati e l’osservazione di fotografie estremamente dettagliate, quindi, si cercano punti di luce che si muovono in linea retta.

Quando arriva l’asteroide che minaccia la Terra

L’asteroide pericoloso è stato scoperto attraverso l’intelligenza artificiale e un algoritmo sviluppato con software pensati appositamente per lo studio del sistema solare. 2022 SF289 è stato fotografato da Atlas per la prima volta il 19 settembre 2022, a 13 milioni di chilometri dalla Terra, e si sta avvicinando.

Non rappresenta un pericolo per la Terra nel prossimo futuro, ma il suo monitoraggio è essenziale per comprendere gli sviluppi ed eventuali avvicinamenti che possono mettere a rischio l’incolumità del pianeta.

“Dimostrando l’efficacia nel mondo reale del software che Rubin utilizzerà per cercare migliaia di asteroidi potenzialmente pericolosi ancora sconosciuti, la scoperta di 2022 SF289 ci rende tutti più sicuri”, ha dichiarato Ari Heinze, scienziato di Rubin, principale sviluppatore di HelioLinc3D e ricercatore dell’Università di Washington.

22.606 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...