Maestre sospese, pm, a giudizio subito

"Dobbiamo andare a giudizio in tempi rapidissimi". Lo ha dichiarato all'ANSA il procuratore di Isernia, Carlo Fucci, in riferimento all'inchiesta per i maltrattamenti ai bambini della scuola statale d'Infanzia di Venafro dopo la sospensione di due maestre dall'insegnamento decisa dal gip. Le intercettazioni video-ambientali della Polizia hanno registrato 150 episodi di violenza, verbale e fisica, esercitata sugli alunni ed episodi di incitamento alla violenza di un bambino sull'altro. "Così come è stata rapida l'indagine - ha detto - così dovrà essere rapida la conclusione. La prossima settimana ci saranno gli interrogatori di garanzia". Tutto era iniziato a novembre dopo la denuncia di alcune madri. Il video che mostra le violenze in un aula ha suscitato sdegno tra i molisani. In molti, attraverso i social, chiedono perché le due maestre non sono state arrestate. A tale domanda il procuratore Fucci ha così risposto "al Gip avevamo chiesto l'arresto, ma ha ritenuto sufficiente la misura interdittiva".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Acquafondata

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...