Mafia:interdittiva per 3 imprese Palermo

Il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, ha adottato tre provvedimenti interdittivi antimafia a carico della ditte "Nautica Barcarello", "Frutti di mare Cardillo" di Maria Chiara Bosco e "Ceramiche Gitochi" di Salvatore Cacocciola: nelle società ci sarebbe il pericolo di infiltrazioni mafiose, secondo quanto emerso nell'operazione "Cupola 2.0" che ha portato agli arresti di Calogero Lo Piccolo e Leandro Greco, quest'ultimo nipote di Michele Greco detto il Papa. Nautica Barcarello è una società cooperativa che si occupa di rimessaggio e sarebbe stata utilizzata da uomini poi arrestati; lì venivano organizzati summit di mafia a cui hanno preso parte Calogero Lo Piccolo, ritenuto capo del mandamento di Resuttana-San Lorenzo, con Settimo Mineo, capo del mandamento di Pagliarelli, e Leandro Greco, detto "Michele", del mandamento di Ciaculli. La Frutti di mare Cardilllo ha sede in via Tommaso Natale 15/C. La Ceramiche Gitochi si trova a Capaci, in via Kennedy 73/75.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Catania Oggi
  2. Messina Magazine
  3. Catania Oggi
  4. Catania Oggi
  5. Messina Magazine

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Casteldaccia

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...