VIDEO
Cerca video
BUONO A SAPERSI 14 NOVEMBRE 2023

Come sapere se hai la febbre senza il termometro

Con il freddo tornano anche raffreddore, influenza e stato febbrile.

Scopriamo insieme come capire se abbiamo la febbre in assenza di termometro.

Cos’è la febbre

La febbre è il chiaro segnale che l’organismo sta cercando di controllare un fenomeno anomalo, solitamente di natura infettiva.

Il caso più comune è la sindrome influenzale, condizione scatenata da virus stagionali a cui l’organismo colpito risponde con un innalzamento della temperatura finalizzato a neutralizzare l’azione dei parassiti.

Generalmente, si definisce febbre una temperatura corporea non inferiore a 38°C: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità può considerarsi normale sino a 37,5°, è pericolosa quando supera i 41.

Se il termometro non c’è

In assenza del comunissimo dispositivo medico, per capire se qualcuno ha la febbre si può ricorrere ad espedienti piuttosto infallibili e prestare attenzione ad alcuni indicatori.

Dolori muscolari, mal di testa e debolezza sono i principali sintomi della febbre, causati dall’infiammazione della risposta immunitaria al virus.

Occhio ai brividi: più sono forti, più la temperatura corporea è alta; ciò è dovuto al fatto che il corpo tenta di riscaldarsi per fronteggiare la causa scatenante della febbre.

La disidratazione è una spia importante: pizzicate con delicatezza la pelle sul dorso della mano, mollate la presa e osservate.

In presenza di buona idratazione la pelle torna rapidamente alla situazione di partenza; se impiega qualche secondo può trattarsi di cattiva idratazione.

L’arrossamento delle guance non va sottovalutato: gote rossastre o più colorite del solito potrebbero tradire la presenza di febbre.

Attenzione alle urine: come detto la febbre tende a disidratare l’organismo, impedendogli di produrre la quantità abituale di urina.

Se di norma quella di un soggetto sano è limpida e di colore giallo paglierino quella di una persona in stato febbrile può apparire concentrata e scura.

Termometri tecnologici

Un’alternativa curiosa per misurare la temperatura è ricorrere allo smartphone. Ebbene sì, esistono applicazioni in grado di segnalare se c’è o meno febbre.

Ecco le migliori app da utilizzare (in ogni caso, il consiglio migliore è quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia).

  • MyTemp: applicazione gratuita per iPhone e iPad, apprezzabile per via della sua precisione dovuta all’implementazione del termometro digitale. Fra le features interessanti viene segnalata “Naviga”, servizio che consente di contattare in modo repentino farmacie e ospedali.

  • Real termometro: progettato per i sistemi operativi iOS, è uno strumento gratuito nelle sue funzionalità di base. Il facile funzionamento si basa sull’uso della fotocamera dell’iPhone come punto di contatto per il corpo. Basta appoggiare il dito sulla fotocamera posteriore e l’app registra in automatico il battito cardiaco, utilizzando questa info come parametro di confronto per le misurazioni successive; con un secondo appoggio del dito viene poi comunicata la temperatura corporea.

  • Body Temperature App: Questa applicazione offre un monitoraggio costante della temperatura per tenere sott’occhio lo stato febbrile.

  • Body Temperature App For Fever: L’app aiuta a tenere traccia dei diversi rilevamenti attraverso un apposito e comodo diario giornaliero.

4.071 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...