VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 21 MAGGIO 2021

Azalee, come piantarle e coltivarle

Ecco come piantare e coltivare le azalee.

In vaso

Le azalee sono piante acidofile, necessitano quindi di un terreno dal pH piuttosto acido. Per la coltivazione in vaso, optate per un terriccio specifico, povero di calcare e ricco di ferro, e per vasi in argilla. Le azalee amano l’umidità, per cui nebulizzatele spesso per mantenere la superficie del terriccio il più possibile bagnata. Attenzione però all’utilizzo di acqua ricca di calcare e a non eccedere con le innaffiature, per evitare ristagni d’acqua pericolosi. Anzi, svuotate spesso i sottovasi per evitare che le radici marciscano. Per quanto riguarda l’esposizione, le azalee amano il sole; posizionatele, quindi, nella parte più soleggiata del vostro balcone, giardino o terrazzo. Un rimedio della nonna: ebbene sì, le piante acidofile beneficiano dei fondi di caffè, da utilizzare come fertilizzante green!

In giardino

Trapiantate le azalee all’inizio della bella stagione, per permettere loro di abituarsi alle variazioni del clima e all’arrivo del brutto tempo. Scegliete una zona soleggiata in cui posizionarle. Scavate una buca grande quanto le radici della pianta. Aggiungete terriccio, come visto, adatto alle acidofile e del concime naturale. Una volta posizionata l’azalea, ricoprite con altro terriccio ed innaffiate immediatamente. Le azalee vanno innaffiate una volta al giorno, preferibilmente al mattino o alla sera. Quando potarle? Generalmente, subito dopo la fioritura.
Una curiosità: se volete regalare un’azalea, occhio al colore! Gialla è sinonimo di falsità, rosso di vendetta!

7.690 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...