VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 22 MARZO 2024

Come pulire il water con un cacciavite: il trucco per far splendere il bagno

Detergere e igienizzare sono operazioni ben note a chiunque possieda una casa. Non solo, è anche la fatica che si fa per svolgere tali mansioni, utili al decoro e alla salubrità degli ambienti domestici.

Quando si parla di igiene, il bagno e nella fattispecie il water è probabilmente il luogo dell’abitazione dove maggiormente si concentra l’attenzione o almeno dove l’immaginario collettivo indica una priorità. Una toilette pulita e prova di incrostazioni è anche un biglietto da visita importante per qualunque ospite. Ecco perché a ragion veduta ci si concentra sullo sbiancamento del water.

Come spesso accade le faccende domestiche sono fatti di segreti e piccoli trucchi volti a migliorare i risultati del proprio operato e, al contempo, semplificare la vita di chi se ne occupa. Ciò di cui stiamo per parlarvi sicuramente lascerà a bocca aperta: quanti di voi crederebbero al fatto che per far splendere il bagno sia utile un cacciavite? Immaginiamo pochi. Eppure, dovrete ricredervi.

Il trucco del cacciavite per pulire il water: come funziona

Come abbiamo detto, la pulizia del bagno può sembrare un lavoro infinito e generalmente sgradevole, soprattutto quando si cerca di raggiungere quei punti ostici da raggiungere.

Tra questi quella stretta fessura sotto il serbatoio del water. Raggiungere e rimuovere la sporcizia da quel luogo così difficilmente accessibile non è un’impresa semplice. In commercio non esistono veri e proprio strumenti atti a questo scopo.

Eppure tutti abbiamo in casa un attrezzo che può dire la sua anche in un utilizzo lontano da quello per cui è nato: il cacciavite. Ecco che uno oggetto di uso quotidiano, utilizzato in modo anomalo e intelligente, può rappresentare un’arma segreta inaspettata.

Il procedimento è semplice, ma efficace. Prendete un cacciavite a punta piatta e avvolgete un panno umido intorno alla testa. Il profilo sottile del cacciavite permetterà di inserirlo nella stretta fessura sotto il serbatoio della toilette, mentre il panno umido funge da detergente. Il movimento del cacciavite pulita e rimuoverà quei batteri che amano proliferare in assenza di attenzioni.

Inoltre la presenza dello straccio inumidito serve anche per creare una barriera tra il cacciavite e la porcellana del water che, in caso contrario, rischierebbe di venire incisa e rovinata dall’utensile.

Come pulire il bagno nel modo migliore: tutti i consigli

Pulire il bagno può essere fastidioso, uno di quei compiti che non si svolgono facendo i salti di gioia. Ma i trucchi che si possono rintracciare sul web o che passano di genitori in figli da generazioni possono aiutare a rendere il tutto meno pesante.

Parlando ancora di wc, in quanto a igiene e presentabilità, importante è mantenere integro il colore della ceramica, in particolare sul fondo del water. Le fastidiose incrostazioni di calcare possono rendere poco piacevole la toilette alla vista, facendo pensare a una sporcizia che, nei fatti, magari non esiste.

Parlando più in generale, ci sono una serie di step da seguire per il corretto mantenimento del bagno. Ancor prima di buttarsi su stracci e prodotti igienizzanti, è bene provvedere al riordino di tutto ciò che è stato lasciato sui mobili. Trucchi, pezzi di carta, spazzole, dentifricio: anche solo vederli abbandonati dà una sensazione di poca cura. Importante anche provvedere a una corretta areazione della stanza.

Per una pulizia del bagno quotidiana si consiglia di asciugare i sanitari e il pavimento della doccia dopo l’utilizzo. Ciò eviterà la formazione di aloni. La pulizia più approfondita andrebbe eseguita almeno una volta a settimana, così come per qualunque altro ambiente della casa. Guanti, panni, spugnette, stracci, detersivi o detergenti sono strumenti fondamentali e imprescindibili per portare a termine il compito.

La prima regola è quella di procedere pulendo dall’alto verso il basso, in modo che polvere e sporcizia cadano a terra prima di pulire le varie superfici. In secondo luogo, le pulizie devono essere eseguite dall’area più pulita a quella più sporca. Nell’ordine si procede poi a detergere piastrelle e sanitari. L’ultimo passaggio è proprio la pulizia del pavimento, che chiuderà questo processo di igienizzazione.
Un bagno pulito, splendente e impeccabile sarà anche motivo di soddisfazione personale e non solo di decoro. Con un po’ di pratica ed esperienza i risultati diverranno sempre migliori e il tempo necessario per portare a termine le varie faccende si ridurrà sempre più.

10.629 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...