VIDEO
Cerca video
FAI DA TE 02 OTTOBRE 2023

Come eliminare i graffi da tutte le superfici

Mobili e complementi d’arredo, divani e poltrone in pelle, pavimenti in legno, finestre, antine e specchi, cromature e oggetti in plastica: sono tante le tipologie di materiali che ci circondano o che utilizziamo nella vita quotidiana e vederli graffiati, scheggiati o segnati, ci dà subito un’idea di trascuratezza, vecchiume ed eccessiva usura.

Fortunatamente, quasi per ogni tipo di superficie danneggiata esistono dei metodi abbastanza semplici da applicare, per cancellare i segni del tempo o le conseguenze di qualche piccolo incidente domestico.

Eliminare i graffi dal vetro

Per togliere i graffi dalle superfici in vetro, provate a mettere un po’ di dentifricio su un batuffolo di cotone, e applicatelo delicatamente sull’area interessata, agendo con movimenti circolari per circa 10 secondi. Risciacquate poi con acqua per rimuovere il dentifricio ed eventuali filamenti e pelucchi lasciati dall’ovatta.

In alternativa, potete anche provare a strofinate sui graffi un po’ di olio vegetale di qualsiasi genere o della vaselina, con cui avrete inumidito un panno in microfibra: con questo secondo sistema avrete anche il vantaggio di non dover combattere contro eventuali residui lasciati sulle superfici dal tessuto.

Eliminare i graffi dagli oggetti in pelle

Anche per la manutenzione degli oggetti in pelle che presentassero segni e graffi, può venirvi in aiuto l’olio vegetale: se ne può applicare un velo con un cotton-fioc lungo i graffi superficiali e lasciar asciugare bene, passando poi un panno asciutto e pulito per rimuovere l’eventuale olio in eccesso.

Eliminare i graffi dal legno

Un metodo efficace per togliere leggere graffiature dalle superfici in legno, come quelle dei mobili o del parquet, – specialmente se di colore chiaro -, è quello di trattare le zone rovinate con un batuffolo di cotone imbevuto di maionese. L’importante è, dopo aver lasciato agire la salsa, rimuoverne con cura ogni residuo con un panno morbido, senza utilizzare l’acqua. Per i legni scuri, invece, applicare della tintura di iodio con un cotton-fioc sulle abrasioni, dovrebbe farle sparire facilmente.

Sempre nell’ambito delle sostanze naturali, possiamo anche creare una miscela con olio d’oliva e aceto bianco in parti uguali, da applicare sul graffio, lasciando agire per qualche minuto, ripulendo infine con uno straccio morbido.

Ottima idea anche quella di abbinare il legno ad un materiale naturale ad esso molto simile, come i gusci di noce e mandorla: strofinando delicatamente le abrasioni con la parte esterna di questi gusci, potremo mascherare la maggior parte dei segni superficiali. Stesso discorso anche per la cera d’api, da applicare sulle superfici in legno danneggiate con un panno morbido pulito.

Ben diverso, invece, il problema del legno laccato, per il quale è indispensabile agire con mano delicata e nel modo più appropriato: alcuni graffi possono essere eliminati applicando dell’acetone tramite un panno, senza strofinare troppo, oppure dando una mano di smalto per unghie trasparente sull’abrasione. Una volta asciutto, lucidare delicatamente con uno straccio pulito.

Si può anche utilizzare della lana d’acciaio fine, per levigare delicatamente la superficie graffiata, assicurandosi di lavorare seguendo la direzione delle venature del legno e applicando una leggera pressione. Per la rifinitura, passare un panno morbido e asciutto.

Eliminare i graffi dalla plastica

In caso di graffi non troppo profondi su superfici in plastica dura, possiamo provare ad avvicinare all’abrasione il getto d’aria di un phon impostato alla temperatura minima: trattare in questo modo la superficie per almeno un quarto d’ora e poi passarci sopra un panno per rendere il danno invisibile.

Anche i prodotti lucidanti per auto possono risultare molto efficaci per far tornare lisci alla vista e al tatto gli oggetti di plastica graffiati.

L’applicazione di cera morbida è un altro buon metodo da utilizzare per contrastare i danni meccanici sulle plastiche, perché riempie i vuoti e lucida la superficie trattata: bisogna pulire e sgrassare bene la parte interessata e poi stenderla con un panno in microfibra, rimuovendo infine l’eccesso con dell’ovatta.

Per i danni più profondi, si può ricorrere al potere abrasivo della carta vetrata, con una grana adeguata alla profondità dei graffi da rimuovere: si consiglia di usare una granulometria da 800, inumidendo il pezzo da utilizzare con acqua, in modo da ammorbidire le particelle, evitando di creare altre scalfitture sulla superficie trattata.

Carteggiare il danno con un movimento circolare costante, finchè non sarà scomparso e poi ripassare con un panno umido e pulito. Lasciar asciugare all’aria e rifinire con un passaggio con carta vetrata a grana più fine (1200-1500). Per completare l’opera di restauro, lucidare infine la superficie con prodotto apposito per plastica.

Eliminare i graffi dalle superfici metalliche

Quando ad essere graffiata è una superficie in metallo, è utile strofinarla con del dentifricio sbiancante da stendere sulla parte interessata con l’aiuto di una spazzola a setole sottili.

Dopo aver portato a termine l’operazione, occorre ripassare con cura le zone trattate con un panno per ripulirle dalle tracce di dentifricio e tutti i graffi saranno spariti.

Eliminare i graffi dall’acciaio inossidabile

Lavandini della cucina, rubinetterie, piani cottura e pentolame in acciaio inossidabile possono tornare come nuovi se strofinati con una lima buffer per unghie. Ma anche in questo caso, l’arma segreta può essere il dentifricio, da diluire con un po’ d’acqua e da passare sulle superfici inox con un panno morbido, avendo cura di agire nello stesso senso in cui si sia prodotto il graffio da togliere.

In commercio esistono anche dei pratici kit specifici, completi di istruzioni dettagliate per l’utilizzo corretto e il miglior risultato.

Anche l’aceto può essere considerato un ottimo alleato in questo senso, grazie alle sue proprietà sgrassanti che permettono di detergere a fondo le superfici, in modo da intervenire più facilmente sulle zone da trattare.

269.646 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...