VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 21 NOVEMBRE 2023

La lettura della mano: la linea della vita

Nonostante nessuna ricerca scientifica confermi i poteri della chiromanzia, farsi leggere le mani può essere molto divertente.

Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Cos’è la chiromanzia

La chiromanzia descriverebbe la personalità e il destino di una persona attraverso l’osservazione del palmo della sua mano.

Si tratta di una forma di divinazione di natura paranormale che affonda le origini nell’astrologia indiana.

Attorno al 3000 a.C. l’arte della lettura della mano si diffuse poi in Cina, dove si riteneva che ogni dito della mano corrispondesse a qualcuno di caro (il mignolo rappresenterebbe i figli, il medio se stessi, il pollice i genitori, l’indice fratelli e sorelle e l’anulare il partner).

Successivamente la chiromanzia raggiunse Tibet, Egitto, Persia e Grecia, dove venne praticata anche dal filosofo Anassagora.

Ma la lettura delle mano deve senza dubbio la fama a Rom e popoli nomadi, che la praticano tuttora continuando a influenzare l’immaginario popolare.

Basta pensare ai primi versi della canzone “Zingara” (prendi questa mano, zingara / dimmi pure che destino avrò”), portata al successo da Iva Zanicchi e vincitrice del Festival di Sanremo 1969.

Quale mano farsi leggere

Per la chiromanzia vanno bene entrambe le mani. La scelta di quale utilizzare dipende da cosa si desidera scoprire: la mano destra contiene informazioni su presente e futuro.

La sinistra ha a che vedere coi tratti salienti della personalità. Le linee sui palmi contraddistinguono ciascuno di noi, proprio come le impronte digitali.

Sono dovute alle terminazioni nervose ma non solo: le linee sarebbero anche influenzate da fenomeni come incidenti, lutti, dolori ed eventi traumatici, tali da lasciare segni visibili.

È proprio questa la credenza alla base della lettura della mano.

La linea della vita

Per leggere la mano, bisogna prima individuare le 5 linee principali: la linea del matrimonio, del destino, della vita, della saggezza e dell’amore.

La linea più importante che possiamo trovare sui palmi delle mani è senza dubbio quella della vita.

Comincia nella parte alta del palmo e prosegue sino alla radice del pollice, precisamente nel punto in cui si trova la giuntura che separa la mano dal polso.

Per i chiromanti, questa linea è un indicatore importantissimo. Chiara, priva di interruzioni e lunga determina un’esistenza longeva e felice, poco marcata denota scarsa salute.

Troppo grossa evidenzia una personalità ambigua, piena di ramificazioni è segno di buon auspicio e di successo assicurato.

Veniamo alle note dolenti: una linea molto profonda in entrambe le mani significherebbe morte prematura (interpretazione ovviamente da prendere col sorriso e senza darle una vera importanza).

Una linea spezzata può indicare una patologia oppure un cambiamento radicale di vita, infine, una croce all’inizio della linea tradisce un’infanzia e una giovinezza problematiche.

60.836 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...