VIDEO
Cerca video
NOTIZIE 22 FEBBRAIO 2024

Giovanni, edicolante a Bolzano che lavora tutti i giorni da 36 anni: la storia incredibile

Giovanni Valenti, originario della Sicilia, è volato a Bolzano alla ricerca della fortuna. Lì da 36 anni fa l’edicolante e ogni giorno alza la saracinesca della sua edicola puntuale ogni mattina. L’uomo, che non conosce né sabati né domeniche, tantomeno giorni di festa, ha soltanto cinque giorni di riposo all’anno, quelli “canonici” in cui non escono i giornali. Giorni nei quali può permettersi di tenere giù la serranda della sua attività che da quasi quattro decenni, in piazza Matteotti a Bolzano, è il punto di riferimento dei residenti e non solo.

L’edicolante che lavora ogni giorno

Lasciare il caldo della Sicilia per il clima più freddo del Trentino non è di certo stata una scelta facile per Giovanni Valenti che però, tanti anni fa, ha fatto le valigie ed è partito alla volta di Bolzano. Una città che lo ha accolto e gli ha permesso di avviare la sua attività, la sua edicola in piazza Matteotti, diventata in breve un punto di ritrovo per i residenti della zona che amano ancora il profumo di quotidiani e settimanali.

Dal 1988, infatti, Giovanni fa l’edicolante nel territorio bolzanino e ogni mattina alle 5.30 arriva in sella alla sua bicicletta per iniziare la sua giornata lavorativa. “Apro alle 5.30 e lavoro fino alle 20 con una breve pausa pranzo, sono 14 ore al giorno“, ha raccontato, spiegando che lavora “tutti i giorni, escludendo cinque giorni di chiusura perché non ci sono i giornali”.

“Siccome sono solo non mi riposo mai, non conosco né sabato né domenica” ha spiegato, sottolineando che da 36 anni fino alle 20 della sera serve i clienti che acquistano quotidiani, riviste, gratta e vinci e ricariche per cellulari.

La sua vita ha dei pro e dei contro all’interno del quartiere Europa-Novacella di Bolzano. Ma Giovanni non cambierebbe mai il proprio lavoro.

Com’è cambiato il mestiere dell’edicolante

Un lavoro che però, inevitabile è cambiato, perché col passare del tempo è cambiata l’abitudine di lettura, con le notizie che non sono più a completo appannaggio dei giornali cartacei che devono ora dividersi la posta in palio con l’online. E Giovanni lo sa bene.

“Nell’arco di 36 anni il mio lavoro è calato e molto cambiato”, ha spiegato l’edicolante. “Un tempo era tutto cartaceo e tutto manuale. Da una parte, l’informatizzazione ci ha dato una bella mano, aiutandoci a essere più veloci. Ma l’informatizzazione ci ha un po’ penalizzato perché i quotidiani e le riviste vengono lette online“.

Come sopravvivere quindi a un cambiamento del genere? Giovanni Valenti non si è nascosto e ha svelato tutte le difficoltà degli edicolanti che però si sono saputi reinventare: “Adesso cerchiamo di integrare il lavoro con giochi, ricariche dei cellulari e pagamenti dei bollettini oltre che i gratta e vinci. Così tiriamo avanti discretamente”.

Il bello e il brutto di avere un’edicola

Un mestiere che porta avanti con amore e dedizione da 36 anni, ma che è anche fatto di sacrifici. A chi gli chiede gli aspetti negativi, Giovanni risponde senza grandi giri di parole: “La sveglia alle 4:45, ma una volta messi i piedi per terra si parte”.

Ma c’è anche tanto di bello, come “conoscere tantissima gente, tanta bella gente, di tutti i ceti, e poi avere una finestra privilegiata sul mondo, su quello che succede, sui comportamenti delle persone”.

“La gente forse non lo sa, ma noi edicolanti diventiamo dei veri e propri confidenti, perché ci vengono a raccontare le cose più personali, magari impensabili, eppure ascoltiamo e non commentiamo” ha spiegato l’edicolante, che ha anche svelato fatti curiosi: “Mi raccontano di tresche d’amore tra 70enni e 80enni. Mi raccontano tutto e, a volte, mi sento anche un po’ in imbarazzo”.

3.216 visualizzazioni
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...