VIDEO
Cerca video
BUONO A SAPERSI 26 MARZO 2024

Bollo auto non pagato, sorpresa per tutti

La sanatoria per il bollo auto è una realtà esistente. Tuttavia, in molti non ne sono al corrente. Fra questi ci sono anche Enti, Regioni e Agenti di riscossione, che si ostinano a richiedere tasse automobilistiche per annualità già scadute ed ormai irrecuperabili.

Non tutti sanno però che il Decreto fiscale 2019 ha cancellato i debiti arretrati di importo inferiore a 1000 euro per i tributi iscritti a ruolo fra il 2000 ed il 2010 compreso. Va detto che a rendere nebulosa la questione è il Fisco stesso: la norma non parla espressamente del bollo auto ma si riferisce in generale a tributi di importo sino a 1000 euro.

Fatta la debita chiarezza, tutte le cartelle ricevute per il pagamento della tassa automobilistica dovrebbero essere cancellate in automatico; in questo modo niente più posizioni debitorie o sanzioni.

Cosa prevede la legge di bilancio 2024

La Legge di Bilancio 2024 mantiene la sanatoria emanata lo scorso anno. è confermata quindi la possibilità di annullare gli importi sino a 1000 euro (comprensivi di interessi e sanzioni). L’agevolazione mantiene la validità per tutte quelle pendenze relative al tributo automobilistico incluse fra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2015.

Non è possibile beneficiare automaticamente dello stralcio? In ogni caso è possibile verificare la compatibilità con la rottamazione del bollo: la misura Rottamazione-quater, prevista dall’ultima Finanziaria del governo, fa riferimento ai debiti sino al 30 giugno 2023, con la possibilità di pagare senza interessi, more o sanzioni entro il giorno 30 aprile 2024.

Rottamazione-quarter, come procedere

La domanda deve essere presentata entro la scadenza all’Agenzia delle Entrate, attraverso l’area riservata del sito (al quale è possibile accedere tramite SPID, CIE o Carta Nazionale dei Servizi). In alternativa, si può utilizzare l’area pubblica e inviare i documenti richiesti compilando l’apposito form.

Gli importi della tassa auto che usufruiscono della Rottamazione-quater possono essere saldati entro il 31 luglio 2024 in un’unica soluzione. È possibile anche richiedere il frazionamento della somma, dilazionando il pagamento in 5 anni con un interesse del 2% annuo (in questo caso a partire dal 1° agosto 2024).

Come pagare il bollo

Il pagamento può essere effettuato in modo telematico o di persona, scegliendo fra le seguenti modalità:

  • home e mobile banking
  • app Satispay
  • app IO (solo in alcune Regioni)
  • servizio online pagoBollo dell’ACI
  • ricevitorie Lottomatica e Sisal
  • uffici postali
  • canali online di Poste Italiane
  • agenzie di pratiche auto
  • sportelli automatici abilitati
  • domiciliazione bancaria

Bollo auto, tutte le agevolazioni

Vediamo ora uno schema che riassume le varie agevolazioni ed esenzioni del bollo auto per il 2024:

  • esenzione totale per auto storiche o ultratrentennali, con importo forfettario per i veicoli circolanti su strada
  • esenzione totale per auto adibite al trasporto di persone disabili (Legge 104)
  • sconto del 50% per veicoli storici (con età compresa tra 20 e 30 anni)
  • esenzione di 5 anni per auto elettriche (dipende dalla Regione)
  • esenzione di 3 anni per auto ibride (dipende dalla Regione)

77.049 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...