DS 4, l’abitacolo innovativo della berlina è quasi una provocazione

Gli interni della nuova DS 4, disponibile nelle concessionarie in tre versioni, sono eleganti e spaziosi. Tanta tecnologia e comfort al servizio del conducente

Foto di Manuel Magarini

Manuel Magarini

Giornalista automotive

Classe 90, ha una laurea in Economia Aziendale, ma un unico amore: la scrittura. Da oltre dieci anni si occupa di motori, in ogni loro sfaccettatura.

Creatività, stile, raffinatezza e tecnologia. Un mix perfetto per la nuova DS 4 che si presenta con un carattere formidabile ed equilibrato volto a lasciare chiunque le si stagli dinanzi a bocca aperta. Tra innovazione e provocazione, il Costruttore d’Oltralpe di Stellantis ha sempre ricercato l’eleganza e i materiali pregiati da adottare come rivestimento dei veicoli.

La trasformazione

Con la compatta DS 4 in listino vengono confermati i soliti, cari vecchi valori di un brand affine al modo di essere dei nostri cugini: raffinati, sofisticati e scissosi. Ogni elemento confluisce in un’unica vettura di eccellente qualità, col centro stile della Casa postasi posta l’obiettivo di ridurre al minimo il superfluo nella convivenza di analogico e digitale.

Il primo antipasto della trasformazione è da ricercarsi nello spostamento delle bocchette di aerazione laterali sulle portiere, movimento che crea subito una sensazione di appagante spazio accentuata dalla lunga console grazie agli aeratori centrali invisibili DS AIR. Le stesse portiere, rientrando nella logica rinnovata di DS, trovano le modifiche maggiori nei comandi dei finestrini inseriti in una posizione rialzata inedita.

Il minimalismo è poi padrone del tunnel centrale, dominato dal moderno e-Toggle in sostituzione della leva del cambio e il DS Smart Touch delegato a favorire l’interazione col sistema di infotainment. A prescindere dal proprio grado di alfabetizzazione hi-tech, abituarsi all’interfaccia grafica e imparare a usufruire in maniera consapevole delle funzioni integrate è questione di poco.

Interni sorprendentemente capienti

L’abitabilità interna è poi resa ancor più confortevole dall’abbondante spazio riservato alle ginocchia in seconda fila, ai gomiti e alle spalle. Avete presente la classica sensazione di stare stretti stretti vicini al vostro compagno di viaggio nel divanetto posteriore? Dimenticatevelo, perché qui l’ergonomia è di ottimo livello, a fronte di dimensioni esterne contenute, un pregio capace di fare la differenza soprattutto per chi vive in città o, comunque, deve spesso muoversi tra le affollate vie del traffico urbano. Avete trovato un piccolo “buco” nel parcheggio del centro commerciale? Salvo casi estremi (quelli dove ci starebbero giusto gli scooter e le minicar, per intenderci) ve la caverete.

Nuove misure rendono DS 4 ne incrementano l’appeal sul mercato. L’ampio bagagliaio da 430 litri a disposizione può espandersi fino a 1.240 litri ribaltando gli schienali posteriori, quando si dice una gestione intelligente (o, come fa più fico oggi dire, smart). Il tutto per una compatta che, grazie alla sua completezza progettuale, crea suggestioni tramite il suo design spregiudicato e futuristico.

Il tocco finale, tra eleganza e ricerca di stile, consiste il sistema di luce ambiente policromatica Ambient Lighting. DS Automobiles ha, infatti, deciso di dotare DS 4 di tale sistema che permette di abbinare ben 8 colori delle finiture interne ai temi dell’infotainment. In poche parole la vettura e la tecnologia diventano un tutt’uno, si mescolano e collaborano per esaltare il comfort dell’abitacolo e sottolineare quello stile che la Casa di Parigi ha voluto conferire all’ultima interpretazione dell’esemplare “small size”. La DS 4, disponibile in tre allestimenti (base, Performance Line e Cross), è offerta nelle concessionarie a partire da 29.500 euro della versione base diesel da 130 CV sino ai 34.750 della Cross.