VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 24 GENNAIO 2024

Il significato del nome Michela

Michela è un nome dalle origini antiche. Deriva come Michele dall’ebraico Mikha’el, composto dai termini mi (“chi”), kha (“come”) ed El (“Dio”). Numerosi personaggi nella Bibbia portarono questo nome, il cui significato è la domanda retorica “chi è come Dio?”. L’Arcangelo Michele gridò questa provocazione in battaglia, sedando la rivolta degli angeli ribelli guidati da Satana.

Quando è l’onomastico

Generalmente Michela viene celebrata il 24 agosto, in onore di Santa Maria Michela del Santissimo Sacramento. Ma si può festeggiare anche il 29 settembre, giorno dedicato ai Santi Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele.

Personalità di Michela

Colei che porta questo nome è una donna riservata, ma socievole in ambito intimo e familiare. Michela presta grande attenzione a ciò che la circonda. Introversa, tende a chiudersi in se stressa quando deve affrontare una difficoltà. Detesta affliggere gli altri coi suoi problemi, piuttosto che farlo preferisce fingere che ogni cosa vada per il verso giusto.

Michela sa comunicare bene e si esprime con precisione e facilità in ogni situazione. La sua emotività può giocarle qualche scherzetto, facendola apparire erroneamente brusca, insensibile o fredda. Michela alterna allegria e ottimismo a momenti di vero pessimismo cosmico. È in costante ricerca di sicurezza e di stabilità, tanto negli affetti quanto nel lavoro. Non sempre ha fiducia in se stessa, anzi, capita che si accontenti di poco pensando di non meritare di meglio. Per questo, sin da bambina, occorre stimolare la sua autostima, spronandola al confronto con l’altro e alla condivisione.

Che lavoro farà Michela?

Probabilmente sarà attratta da tutti quei mestieri che richiedono doti comunicative e meticolosità. Quindi, sì alle attività commerciali e a quelle legate al mondo dello spettacolo. Non è tutto: sì anche alle libere professioni.

Cosa dicono le stelle

Il segno zodiacale che più si addice alla personalità di Michela è quello dell’Acquario. Come noto, i nati sotto questo segno hanno una personalità forte e si distinguono per spirito indipendente e ambizioni spirituali. Il numero fortunato è il 5, simboleggiante la costante ricerca della stabilità e della centratura spirituale. Il colore legato al nome è il rosso, associato alla passione, all’energia e alla forza. La pietra preziosa correlata al nome è il rubino, un amuleto che stimola la vitalità e che già nell’antichità veniva indossato per tenere alla larga pestilenze e negatività. Il metallo di Michela è il ferro. L’animale totem è il cane, che rappresenta al meglio dedizione e fedeltà assoluta.

Arcangeli e Polizia

Nella tradizione popolare l’Arcangelo Michele è considerato il difensore del popolo di Dio e il vincitore nella lotta del bene contro le forze del male. Non è un caso che l’Arcangelo sia raffigurato in diverse chiese o in cima a campanili. In Oriente è venerato col titolo di “archistratega“, corrispondente al titolo latino di princeps militiae caelestis (principe delle milizie celesti). Per la sua virtù difensiva, il 29 settembre 1949 l’Arcangelo Michele è stato proclamato da Papa Pio XII patrono e protettore della Polizia di Stato. Una curiosità: c’è persino una preghiera del poliziotto dedicata all’Arcangelo.

1.363 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...