VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 28 FEBBRAIO 2023

Intelligenza artificiale e ChatGPT: occhio alla truffa

Diverse app per iPhone e Android millantano di essere ufficiali ma in realtà sono solamente tentativi di truffa. Scopriamo insieme come comportarci con questi software malevoli.

I cybercriminali stanno sfruttando uno dei fenomeni tech del momento: stiamo parlando di ChatGPT, il bot conversazionale che si basa su un’intelligenza artificiale.

Specchietti per le allodole

Su Play Store e App Store sono apparse app che si spacciano come ufficiali. In realtà sono software non legati a OpenAi (società a capo di ChatGPT) ma progettati con finalità truffaldine, come quella di trafugare dati sensibili agli utenti o di prelevare loro somme di denaro per mezzo di pagamenti fittizi.

Come avviene la truffa

La truffa avviene in modo molto semplice: con grafiche, loghi e nomi simili a quelli del sito ufficiale ChatGPT, queste app malevole non portano sui nostri smartphone – come fintamente promesso – il bot intelligente, bensì tutta una serie di rischi, da quello di vederci sottratte informazioni personali a quello di installare sul telefono malware o spyware pericolosi, specialmente per l’e-banking.

Come difendersi

Purtroppo, in fatto di sicurezza informatica non c’è molto da fare: l’unico modo per tutelarsi è quello di essere cauti in fase di download, accertandosi sempre della provenienza dei software che si vuole scaricare e installare. Il consiglio principale resta sempre quello di leggere bene le recensioni e di controllare attentamente i permessi richiesti dalle varie applicazioni.

APP
34.219 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...