VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 06 FEBBRAIO 2023

Questi due animali sfidano l'eternità: ecco chi sono

Ecco due curiosi animali che sfidano le leggi della natura a noi conosciuta e l’eternità.

Secondo i risultati raggiunti dalla scienza, l’essere umano può vivere al massimo 150 anni. Ma due creature, a quanto pare, sono immortali.

La medusa che si autoriproduce

La pima si chiama Turritopsis dohrnii, la cosiddetta “medusa immortale”: quando è fisicamente danneggiata, invece di morire, si restringe su di sé e si deposita sul fondale marino; nell’arco di 24-36 ore, genera nuovi polipi, da cui poi nascono piccole meduse geneticamente uguali. Questo processo è conosciuto come transdifferenziazione e fa sì che il ciclo vitale della creatura continui all’infinito. Pare che le meduse immortali siano originarie del nostro Mar Mediterraneo e che, per via delle correnti, abbiamo poi colonizzato le acque del resto del mondo.

Il polipo che si rigenera di continuo

La seconda creatura immortale che vi presentiamo è l’Hydra vulgaris, nota come il “polipo d’acqua dolce”: un piccolo animale idroide che vive in laghi e stagni, lungo da 10 a 30 millimetri e largo circa 1 millimetro. La creatura deve il nome all’Idra di Lerna, nella mitologia greca mostro dalle molte teste, capace di autoriprodurre quelle tagliate. Ebbene, proprio come la figura mitologica, l’Hydra vulgaris sembra essere immortale e privo di segni di invecchiamento o di deterioramento. La maggior parte delle sue cellule sono staminali, ovvero capaci di continue suddivisioni per diventare qualunque altra cellula dell’organismo. Nell’uomo queste cellule (dette staminali totipotenti) sono presenti solo nei primi giorni dello sviluppo embrionale; invece, l’Idra può rinnovarsi a livello cellulare di continuo. La natura non smette davvero mai di sorprenderci.

14.336 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...