VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 09 OTTOBRE 2023

Come pulire casa velocemente e bene con la tecnica del mapping

Pulire casa è una di quelle attività che ci accompagnano costantemente nella vita quotidiana. Ogni giorno, o almeno con una certa regolarità, ci troviamo a dover affrontare lo sporco accumulato negli ambienti domestici. L’organizzazione è fondamentale per rendere questa attività più efficiente e meno faticosa. Grazie alla tecnica del mapping potresti rivoluzionare il tuo modo di pulire casa.

In che ordine si fanno le pulizie di casa?

Una delle domande più comuni quando si affronta il compito di pulire casa è: da dove iniziare? E la risposta a questa domanda è importante perché può fare la differenza tra una pulizia ottimale e una fatta in modo superficiale.

Inizia dalla camera da letto: pulisci le superfici, dai un’occhiata ai mobili e ai vestiti fuori posto. Passa poi alla sala da pranzo: pulisci il tavolo e le sedie, e controlla se ci sono piatti sporchi da lavare.

Poi è il turno della cucina: è una delle stanze più importanti da pulire regolarmente. Dopo ogni pasto pulisci i piatti e le superfici della cucina. Infine, dedicati al bagno: pulisci il lavandino, la doccia, la toilette e tutte le superfici.

Quanto tempo ci vuole per fare le pulizie?

Il tempo per pulire la casa dipende da diversi fattori, tra cui la dimensione della tua abitazione, il livello di disordine e sporco e la tua organizzazione. Seguendo un piano e mantenendo l’ordine, puoi ridurre notevolmente il tempo impiegato.

Di solito, dedicare un paio d’ore al giorno alle pulizie ti permette di mantenere la casa sempre in ordine senza fatica. Esistono anche soluzioni durature, come il trucco estremo svedese, per avere la casa immacolata per sempre. Ma per chi non ha tempo, bastano tecniche più veloci e immediate.

L’incredibile trucco del mapping per pulire

C’è un trucco che può rendere la pulizia della casa più gestibile: la tecnica del mapping. Questa strategia ti aiuta a capire cosa pulire e quando farlo, evitandoti stress e confusione.

Innanzitutto, è importante dedicare del tempo specifico alla pulizia e mantenere il focus solo su quella attività. Pianifica in anticipo quando pulirai e inserisci questo appuntamento nel tuo calendario.

La tecnica del mapping si concentra sul pulire una stanza alla volta, spostandoti dall’alto verso il basso e da sinistra a destra. Inizia con le zone in alto, come gli angoli del soffitto e i ventilatori, poi passa ai battiscopa. Questo assicura che la polvere caduta durante il processo venga catturata mentre pulisci la stanza. Una volta finito, procedi da sinistra a destra, pulendo costantemente lungo il percorso.

Puoi anche utilizzarla in abbinamento ad altri metodi di pulizia specifici, come la tecnica delle cinque cose, che ti aiuta a gestire la spazzatura, il bucato, i piatti, gli oggetti con un posto specifico e gli oggetti senza un posto.

Assicurati di applicare questa tecnica per ogni sezione della stanza e di occuparti delle finestre o degli armadi lungo il percorso. Puoi anche scegliere di pulire con il metodo 20/10, che ti dà la possibilità di intervallare i momenti di pulizia a pause per svagarti.

Una volta completata una stanza, aspira la polvere e i detriti rimasti e passa alla successiva. Seguendo questa strategia di mappatura passo dopo passo, avrai la garanzia che nulla venga trascurato, e potrai concentrarti sull’obiettivo di pulire bene e velocemente, per poi rilassarti in una casa splendente.

33.909 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...