VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 27 MARZO 2024

Non lavare i denti dopo mangiato: perché i dentisti lo sconsigliano

Può sembrare paradossale, ma lavare i denti dopo mangiato non è mai una buona idea. La verità è che tutti noi siamo cresciuti con genitori che ci raccomandavano di prenderci cura della nostra igiene orale. Un insegnamento doveroso e giustissimo, ma sono le tempistiche a essere spesso errate. Sono attività che si svolgono quasi con un naturale automatismo. Pensiamo a ciò che comunemente si fa appena svegli, una buona colazione prima di prepararsi per recarsi al lavoro.

Lavarsi i denti dopo la colazione è quanto di più naturale possa esserci, proprio in previsione di ciò che si farà di lì a poco. Al contempo è quanto di più sbagliato si possa fare. Per quanto sia importantissimo prendersi cura della cavità orale almeno due volte al giorno, sono gli stessi dentisti a sconsigliare di farlo subito dopo aver consumato un pasto. Scopriamo perché.

Bisogna lavarsi i denti prima o dopo mangiato?

Una volta compreso ciò che tutti dovremmo dare per scontato, cioè che lavarsi i denti dopo mangiato è cosa buona e giusta, bisogna chiedersi quale sia la tempistica corretta. Insomma, quanto bisogna attendere prima di procedere una volta terminato il pasto.

In linea generale, lavare i denti dopo aver mangiato è sempre la scelta giusta. Sempre, a parte in un caso: la colazione. La motivazione va ricercata nei cibi che abitualmente si consumano durante il primo pasto della giornata, come arance o mele, ricchi di acidi. Se si deve uscire di casa con una certa fretta, per evitare di intaccare lo smalto è bene lavare i denti prima della colazione e non dopo.

Perché bisogna aspettare prima di lavarsi i denti

Contravvenendo al credo comune, abbiamo ora capito che lavarsi i denti immediatamente dopo un pasto può essere sbagliato. Non solo, può essere anche pericoloso. Perché? La risposta va ricercata in ciò che mangiamo. Non sempre spazzolare i denti può provocare un danno: dipende da quanto i cibi ingeriti siano o meno ricchi di sostanze acide, in grado di danneggiare lo smalto.

Gli acidi dissolvono le sostanze minerali dallo smalto e distruggono la sostanza dentale solida. Lavare i denti subito dopo aver mangiato significa dunque rimuovere lo smalto indebolito. Col passare del tempo aumenterà la vulnerabilità verso malattie dentali come l’erosione, principale causa della sensibilità. Non va dimenticato, inoltre, che una volta che lo smalto è sparito, è perso per sempre.

Lo studio della Fdi (Federazione Dentaria Internazionale) condotto in 12 Paesi, ha indagato cosa sa la popolazione della salute orale e quali regole di comportamento adotta.

Lavarsi i denti appena finito di mangiare entra di diritto tra i falsi miti da sfatare, insieme a sciacquarsi la bocca con l’acqua per liberarsi del dentifricio, bere succhi di frutta pensando che siano meno dannosi delle bibite gassate o usare il collutorio.

Quanto tempo far passare prima di lavarsi i denti

I dentisti consigliano di attendere tra i 30 e i 60 minuti dopo i pasti prima di lavarsi i denti. È il tempo che serve alla saliva per riformarsi e neutralizzare gli acidi presenti in molti cibi. A tal proposito, è buona abitudine limitarsi al rapido risciacquo della bocca con acqua subito dopo aver consumato pasti ricchi di acidi, per fermare l’effetto nocivo di questi alimenti.

Nel rimuovere le sostanze nocive, lo spazzolino le fa anche penetrare in profondità, causando una seria corrosione. Ecco perché, in questo caso, la pulizia dei denti può diventare non solo inutile, ma perfino dannosa.

La conferma è arrivata anche da uno studio dell’Università di Gottingen in Germania: secondo i ricercatori se ci si lava i denti entro 20 minuti dall’assunzione di bibite gassate, si verifica un aumento della perdita della dentina.

62.235 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...