VIDEO
Cerca video
CONSIGLI 15 OTTOBRE 2023

Smetti di bruciare il caffè: perché succede e come evitarlo

Il caffè è una bevanda amata da milioni di persone in tutto il mondo, e in Italia, la moka è uno strumento tradizionale per prepararlo. Tuttavia, molti di noi si sono trovati ad assaporare un caffè con un retrogusto bruciato, senza sapere esattamente cosa possa causare questo spiacevole sapore. Vediamo insieme le ragioni per cui il caffè può avere un sapore bruciato e alcuni preziosi trucchi per preparare il caffè perfetto con la moka.

Come evitare di bruciare il caffè e perché succede

Il caffè preparato con la moka può sviluppare un sapore bruciato quando si verifica una sovraestrazione. Questo si verifica quando l’acqua ha difficoltà a fluire attraverso il caffè macinato, e il caffè non sale nella moka come dovrebbe. La sovraestrazione può essere causata da una temperatura dell’acqua troppo elevata, da una quantità eccessiva di caffè nel filtro e da una pressatura troppo vigorosa del macinato.

Se, ad esempio, sei di fretta e usi una fiamma alta per accelerare il processo di preparazione del caffè, è probabile che il risultato finale non sia soddisfacente. Se, inoltre, hai recentemente acquistato una nuova moka, i primi caffè potrebbero non essere all’altezza delle aspettative. Questo è un aspetto noto: una moka nuova, infatti, richiede alcune preparazioni “a vuoto” per impregnarsi dell’aroma. Man mano che utilizzi la moka, noterai che il caffè diventerà sempre più delizioso.

Che sapore ha un caffè bruciato?

Un caffè bruciato è caratterizzato da un gusto amaro. Questo sapore è spesso associato a una sensazione di astringenza, che si manifesta con secchezza e ruvidità avvertite nella bocca, sulla lingua, sul palato e sulle gengive.

I trucchi per fare un caffè perfetto con la moka

Preparare un espresso italiano è un rito che richiama tradizioni familiari e momenti di condivisione. Tuttavia, ci sono alcune credenze errate e “trucchi della nonna” che possono compromettere la bontà del tuo caffè. Ecco alcuni consigli per preparare un caffè perfetto con la moka:

  1. Scegliere la miscela di caffè giusta è fondamentale per ottenere un caffè delizioso.
  2. Utilizza solo acqua di buona qualità e a temperatura ambiente per garantire un caffè equilibrato. Evita di superare il livello della valvola con l’acqua.
  3. Evita anche di creare la “montagnetta” nel filtro. La quantità di caffè in polvere ideale è di 15-16 grammi per ogni 150 ml di acqua.
  4. Non pressare il caffè macinato: distribuiscilo uniformemente nel filtro senza premere. Questo assicura una corretta estrazione del caffè senza compromettere il sapore.
  5. Regola la fiamma e mantienila bassa per evitare che il caffè diventi amaro. Non cercare di accelerare il processo aumentando la fiamma.
  6. Spegni il fuoco quando il caffè ha raggiunto metà del raccoglitore e il flusso di caffè estratto è ancora abbondante. Questo eviterà un sapore bruciato e garantirà una bevanda squisita.
  7. Non zuccherare il caffè, così da poter gustare appieno le note aromatiche e i sapori.
  8. Dopo l’apertura della confezione, conserva il caffè macinato in un luogo fresco e asciutto, al riparo da luce diretta e calore. Evita di tenerlo in frigorifero per preservare l’aroma.
  9. Mantieni pulita la moka ma evita di utilizzare sapone, asciugala sempre bene e pulisci i filtri e le parti interne periodicamente.
  10. Mescola il caffè nella moka prima di versarlo nella tazzina per distribuire uniformemente i sapori.

Preparare il caffè perfetto con la moka richiede dunque attenzione ai dettagli, dalla scelta della miscela al dosaggio del caffè, alla gestione della temperatura e alla manutenzione della moka stessa. Con questi trucchi, potrai gustare un caffè straordinario ogni volta che utilizzi la tua moka, continuando la tradizione italiana di preparare questa bevanda amata.

89.348 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...