VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 03 FEBBRAIO 2023

Cos'è l'orologio dell'Apocalisse

La Terra sarebbe ad un passo dal disastro: lo sostiene il Doomsday Clock, l’Orologio dell’Apocalisse creato nel 1947 dalla “Bulletin of the Atomic Scientists” (BAS), organizzazione senza scopo di lucro che vanta fra gli scienziati ben 10 premi Nobel.

Nato 76 anni fa, l’Orologio dell’Apocalisse si basa sulle valutazioni del Bulletin e indica i livelli di minaccia per il nostro Pianeta; un sistema ideato dagli scienziati come strumento per rappresentare metaforicamente la minaccia di una catastrofe globale causata da noi umani.

Dalla bomba atomica alla pandemia, la “fine” è sempre più vicina

Furono alcuni fisici, tra cui il genio Albert Einstein, a fondare il Bulletin nel 1945, traendo ispirazione dal lancio delle bombe atomiche americane su Hiroshima e Nagasaki. L’Orologio fu invece creato nel 1947 da Martyl Langsdorf, artista il cui marito, il fisico Alexander Langsdorf Jr, partecipò al Progetto Manhattan per sviluppare nel corso della Seconda Guerra Mondiale la bomba atomica.

Il timer inizialmente segnalava solamente il pericolo nucleare, ma dal 2007 annovera anche nuove minacce come il cambiamento climatico, l’avanzamento pericoloso della tecnologia, le minacce biologiche come il Covid-19 e la guerra.

Tutta colpa della Russia

Ebbene, stando a quanto sostenuto dal Bulletin, le lancette dell’Orologio si sarebbero adesso spostate dai 100 secondi alla mezzanotte del 2020 a 90 secondi, il punto più vicino alla fine del mondo mai segnalato fino ad ora. Ed è la prima volta in 3 anni che l’inquietante timer viene ricalibrato. Ciò sarebbe dovuto soprattutto all’invasione russa dell’Ucraina.

Di certo, come ha sottolineato anche Rachel Bronson, presidente e CEO del Bulletin, stiamo vivendo un tempo difficile senza precedenti. In tal senso, l’Orologio dell’Apocalisse non fa che rispecchiare questo scenario critico.

36.900 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...