VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 23 GIUGNO 2024

Il falso mito del ragno violino e la stagione di morsi e punture

Arriva l’estate e con essa torna la paura che i ragni possano invadere le nostre case. In particolare a generare timori sono i ragni violino il cui veleno può essere pericoloso. Di recente si è diffusa l’informazione che il mese di maggio si possa considerare come la stagione per questo tipo di aracnide, con l’invito alle persone a stare attente a eventuali morsi velenosi. Ma cosa c’è di vero?

Esiste davvero una stagione del ragno violino?

L’allarme sul ragno violino è dovuto al fatto che questo animale ha un potente veleno. Ma gli scienziati hanno sfatato la diceria sulla presunta stagione in cui tenderebbero a mordere di più. “I ragni violino sono diventati i cattivi preferiti e, purtroppo, secondo quanto ho visto, il problema è ciclico. Ogni tanto arriva la “stagione”. Ma non di violinisti, ma di fake news”, ha detto Barrales Alcalá, il creatore della piattaforma di identificazione degli aracnidi. L’attività di questi aracnidi infatti non varia a seconda del periodo dell’anno.

Tra l’altro, sebbene i ragni violino scelgano di abitare nelle nostre case, non sono aggressivi. Di solito vivono lontano dalle persone, in cantine e zone poco affollate. I morsi, quando si verificano, sono causati in genere quando c’è un contatto involontario tra esseri umani e ragni o a causa di persone che cercano deliberatamente di manipolarli.

Perché il morso non è così pericoloso per l’uomo

Per riconoscere il ragno violino bisogna sapere che è di dimensioni modeste con una colorazione marrone-giallastro con lunghe zampe. Questa specie è tra le più velenose in Italia. Il suo morso è in genere asintomatico, indolore e l’area interessata non presenta alterazioni. Nelle ore successive compare una lesione arrossata con prurito, bruciore e formicolii che nell’arco delle 48-72 ore successive, può diventare necrotica e può ulcerarsi.

Oltre all’iniezione del veleno, il ragno violino con la puntura può veicolare nei tessuti batteri anaerobi (microrganismi che vivono in assenza di ossigeno), che proliferano e complicano il decorso della lesione. La loro azione provoca infatti la liquefazione dei tessuti. Nelle situazioni più gravi oltre a febbre, rash cutaneo, ecchimosi, possono presentarsi danni ai muscoli, ai reni ed emorragie. In molti casi, inoltre, può essere necessario un trattamento in camera iperbarica. Rispetto ad altre tipologie di ragno, comunque, non esistono dati che giustifichino un aumento del livello di attenzione rispetto alla pericolosità dell’esposizione dell’uomo al morso del ragno.

Nel 2015 e nel 2017 si sono verificati due decessi in Italia che, inizialmente attribuiti al morso di un ragno violino, sono stati poi riconosciuti come causati dalle gravi patologie preesistenti dei due pazienti. Non esistono quindi al momento dati che comprovino che il morso del ragno violino è potenzialmente mortale per individui sani.

Non esistono antidoti o trattamenti farmacologici specifici se si vene morsi, nei rari casi in cui si manifestano lesioni significative (necrosi) il trattamento è supportivo e sintomatico e farmacologico (antibiotici, cortisonici). In altri rari casi può essere necessaria la toilette chirurgica della lesione.

Poiché nella stragrande maggioranza dei casi il morso provoca fenomeni locali di scarso significato clinico (arrossamento, prurito, irritazione) non è assolutamente appropriato allarmarsi recandosi nei pronti soccorso. Consultare un Centro Antiveleni descrivendo le circostanze dell’esposizione e i segni e sintomi eventualmente presenti; solo successivamente e in alcuni casi potrà essere necessaria la visita da medica per la quale i medici di medicina generale

28.129 visualizzazioni
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...