VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 13 MAGGIO 2023

Se hai il carattere di Steve Jobs puoi diventare milionario

Le
start up tecnologiche sono diventate elementi essenziali dell’economia globale: alzano costantemente l’asticella del progresso, proponendo prodotti e servizi che ci semplificano la vita, e contribuiscono a creare migliaia di posti di lavoro. Almeno quelle di successo, dato che è difficile
prevedere i risultati di una nuova azienda nel breve e nel lungo periodo. All’inizio del ciclo di vita di una start up, senza dati che ne riguardano lo storico e le prestazioni, i finanziatori devono prendere delle decisioni solo basandosi sulla
scommessa che un’idea funzionerà. Ma un nuovo studio pubblicato su
PNAS – Proceedings of the National Academy of Sciences e condotto dalla
Columbia Business School della
Columbia University di New York potrebbe stravolgere il settore. Secondo quanto emerso dalla ricerca di Brandon Freiberg e Sandra C. Matz, un elemento fondamentale del successo di una start up è la
personalità del suo fondatore. Alcuni tratti caratteriali, infatti, potrebbero predire i risultati dell’impresa emergente in tutte le sue fasi. I tratti caratteriali per avere successo: lo studio Lo studio ha preso in considerazione l’impatto della personalità del fondatore della start up sulle perfomance economiche. Osservando
10.541 realtà, è emerso che il carattere di un giovane imprenditore è legato a filo doppio alla capacità di raccogliere finanziamenti, di quotarsi in borsa, di fare presa su clienti e pubblico. I ricercatori hanno scoperto che l’
apertura mentale e la
capacità di intrattenere il proprio interlocutore e interagirci sono correlate positivamente al successo del finanziamento iniziale. Anche l’essere
diligenti e
meticolosi e la
capacità di pianificare sul lungo termine si sono mostrati dei tratti particolarmente utili nel primo periodo di vita della start up, ma sarebbero addirittura controproducenti in vista di un’acquisizione o della quotazione in borsa. Così può diventare il nuovo Steve Jobs o Elon Musk Non essere particolarmente prudenti potrebbe aiutare a una monetizzazione finale particolarmente fortunata, al contrario di tutto ciò che si è sempre detto sulle capacità imprenditoriali e di leadership. Essere affamati di novità e un po’ folli, insomma, potrebbe essere la chiave del successo. ”
Stay hungry, stay foolish“, diceva proprio
Steve Jobs, cofondatore di Apple e per anni volto simbolo delle Big Tech. Secondo gli studiosi il profilo perfetto è dunque quello di una persona aperta al nuovo e ha la capacità di esprimersi correttamente in pubblico, anche se non è particolarmente diligente. Se ti rispecchi in questi tratti della personalità, potresti essere tu il nuovo
Elon Musk o il prossimo
Bill Gates. A patto che tu abbia comunque un’idea forte che possa cambiare le vite delle persone di tutto il mondo, come è successo con l’
intelligenza artificiale. Senza di quella, a prescindere dal carattere del suo fondatore, una start up non può certo andare lontano.

13.367 visualizzazioni
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...