VIDEO
Cerca video
BUONO A SAPERSI 12 APRILE 2024

Videogiochi e app gratis da scaricare su YouTube: attenzione alla truffa e alla multa

Scaricare videogiochi gratis da YouTube può essere particolarmente dannoso per il computer e le proprie tasche: una nuova truffa che si diffonde attraverso il sevizio di video on demand più famoso al mondo mette a rischio tutti gli utenti desiderosi di craccare videogame a pagamento. Ma come agiscono gli hacker? E, malintenzionati a parte, cosa si rischia a livello legale scaricando giochi illegalmente?

Malware e virus con i videogiochi scaricati da YouTube

Partiamo dalla truffa identificata dagli esperti di Proofpoint, l’azienda di cybersecurity che ha lanciato l’allarme per i videogiochi scaricati grazie alle guide presenti su YouTube. Secondo i tecnici informatici che hanno monitorato il web, la maggior parte dei tutorial per avere giochi gratuitamente riportano a link con dei malware.

Si tratta di virus informatici in grado di rubare le informazioni degli utenti domestici, che risultano sempre più colpiti rispetto a banche e aziende. Mettere a segno un colpo nelle grandi organizzazioni può essere infatti particolarmente remunerativo per gli hacker, ma le realtà più importanti hanno sistemi di difesa efficienti e personale qualificato in grado di riconoscere truffe e pericoli digitali.

Diverso è il discorso per chi invece, da casa, cerca soluzioni gratuite per usare programmi e videogame, in particolare giovani e giovanissimi abituati a seguire i tutorial su YouTube. Sono loro a cadere spesso in trappola, mettendo a rischio i dati bancari e finanziari di genitori e adulti che usano il computer condiviso.

All’interno delle cartelle dei software craccati sono spesso presenti malware e altri tipi di virus informatici che, oltre a rubare le informazioni personali degli utenti, possono anche causare guasti e malfunzionamenti del pc.

Proofpoint sottolinea che la truffa è cucita su misura dei navigatori più giovani e meno esperti, attraverso canali YouTube verificati con tanto di badge, la spunta che serve a dichiarare affidabile un account. Attenzione però: tale caratteristica non indica necessariamente che il creator pubblichi contenuti genuini, utili e non truffaldini.

Come difendersi dalla truffa dei videogiochi su YouTube

Per difendersi dalla truffa dei videogiochi su YouTube è necessario anzitutto smettere di cercare software piratati e videogiochi craccati. Una regola da tenere sempre a mente è che niente viene dato per niente. Anche le applicazioni gratuite sono distribuite dalle aziende in cambio di accordi con l’utente che, spesso a sua insaputa, prevedono proprio la cessione di informazioni personali. In questo caso legalmente.

Nel caso dei malware, invece, bisogna sempre evitare di scaricare programmi da fonti sconosciute e diverse dagli store ufficiali e certificati. Per i videogiochi, ad esempio, è sempre bene effettuare il download attraverso le applicazioni ufficiali di Steam, Origin ed EA App, GOG, Epic Games. Per risparmiare – legalmente – è sempre possibile acquistare codici da riscattare attraverso i tanti negozi di offerte che si trovano online.

Cosa succede con un programma craccato sul computer

La scorsa estate un report sulla pirateria dell’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (Euipo) ha fotografato le abitudini online dei cittadini comunitari, scoprendo che sono in tanti a usare e condividere quotidianamente contenuti illegali. Il 90% degli italiani non li considera etici e oltre il 66% invece li vede come una vera minaccia.

Tuttavia l’11% li acquista o li scarica consapevolmente, e la percentuale sale al 26% tra i giovani d’età compresa tra i 15 e i 24 anni. Si potrebbero aprire tante riflessioni a partire da questi dati, a iniziare dall’elevato costo dei software, in particolare dei videogiochi tripla A, destinati a un target composto da adolescenti e giovani adulti senza reddito o che non hanno modo di spendere così tanto per un hobby spesso non supportato dalle famiglie.

A prescindere dalle motivazioni che spingono tante persone a cercare contenuti craccati, è bene spiegare quali sono i rischi a livello legale, oltre che per le truffe online, e che potrebbero riguardare anche i genitori. La legge sul diritto d’autore prevede due articoli su questo tema:

  • l’articolo 171, per chi distribuisce abusivamente un prodotto coperto da copyright;
  • l’articolo 174, per chi scarica abusivamente un prodotto coperto da copyright.

L’attività di file sharing, cioè di condivisione del materiale digitale, è un reato che prevede:

  • se fatto a scopo di lucro, la reclusione da 6 mesi a 3 anni e una multa da 2.582 a 15.493;
  • se fatto senza scopo di lucro, una multa da 51 a 2.065 euro.

Scaricare illegalmente un videogioco o un software per uso personale non è un reato, ma prevede la confisca del materiale e una sanzione amministrativa pecuniaria di 154 euro, che sale a 1.032 in caso di recidiva.

In sostanza, cadere nella truffa dei videogiochi gratis su YouTube e avere sul proprio computer applicazioni piratate, nel migliore dei casi, espone al rischio di una fuga di dati sensibili e a una multa. Nel peggiore il proprietario del computer rischia il carcere.

20.107 visualizzazioni
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...