Suzuki dice addio a tre modelli venduti in Europa: c’è la Jimny

Per il 2025, Suzuki taglierà dalla gamma commercializzata in Europa ben tre modelli (più un quarto progetto mai realizzato), comprese la Jimny e la Ignis

Foto di Manuel Magarini

Manuel Magarini

Giornalista automotive

Classe 90, ha una laurea in Economia Aziendale, ma un unico amore: la scrittura. Da oltre dieci anni si occupa di motori, in ogni loro sfaccettatura.

Suzuki rivede in modo significativo la sua line-up per il 2025. Il Costruttore nipponica, che il pubblico ha imparato a conoscere e apprezzare in tutti questi anni di onorata carriera lungo la nostra penisola, investe sulle basse e zero emissioni. A partire dal prossimo anno il limite massimo di CO2 ammesso per chilometro passerà dagli attuali 95 a 93,6 grammi e, in caso di violazione, le Case andrebbero incontro a delle sanzioni esemplari, perciò l’azienda nipponica preferisce andarci cauta.

Ignis abbandona le scene

Il provvedimento adottato avrà anche delle spiacevoli conseguenze, data la rinuncia a importanti proposte. Partiamo dal nome meno “forte” nel Belpaese: la Space, wagon strettamente imparentata con la Toyota Corolla. Sebbene dispiaccia sempre assistere alla mancata conferma di un modello, è la notizia meno sulla bocca dei fan.

Già il discorso cambia in riferimento alla decisione di dire addio alla Ignis, compatta davvero apprezzata lungo lo Stivale. Dalle piccole dimensioni, costituisce, infatti, una soluzione ottima tra le affollate di vie urbane, poiché riduce l’ingombro al minimo. Presto dovremo usare il passato, perché, come abbiamo appena spiegato, ha i giorni contati.

Passiamo alla terza defezione, la peggiore ad avviso degli appassionati. Purtroppo, non supererà il taglio neppure la Suzuki Jimny, fuoristrada “small-size” capace di destreggiarsi ovunque. E naufraga il ventilato progetto di una versione sportiva della utilitaria Swift, sottoposta a rinnovamento nel recente periodo.

La fine è vicina

Ottemperare alle normative appare la mossa più saggia, vista l’attenzione nel comparto ambientale posta sia dalla classe politica sia dai potenziali acquirenti. Mentre in passato era un discorso di nicchia, il cambiamento climatico degli ultimi anni ha cominciato a interessare il grande pubblico e ignorare la situazione significherebbe attirare andare incontro a spiacevoli conseguenze, sia dal punto di vista dell’immagine sia nei rapporti con le istituzioni.

La Jimny ha mantenuto fino ad adesso un posto nelle concessionarie in quanto omologato come veicolo commerciale di tipo N1. Ribattezzato Jimny Pro, ha due posti a sedere e un vano carico più ampio, pur presentando delle chiare analogie rispetto al veicolo standard. A maggio 2023 Suzuki ha svelato la Jimny 5, una variante allungata, forte di un maggiore spazio concesso a passeggeri e bagagli.

Il compagno di viaggio ideale nelle vacanze, verso qualche destinazione marittima o di montagna. Non è, però, stata rilasciata in Europa e rimarrà un sogno nel cassetto. La community contava di assistere all’arrivo di una declinazione ibrida o elettrica, dati i piani dell’azienda di lanciare cinque modelli a batteria entro il 2030, prima dell’annuncio attuale. Toccherà guardare oltre, consolandosi magari con una delle sorelle rimaste nel portafoglio prodotti.

Cosa rimane in listino

La gamma Suzuki andrà avanti a commercializzare la Swift, al fianco delle crossover compatte S-Cross e Vitara, la best seller del Costruttore, nonché il SUV medio-grande Across. Ciò sarà sufficiente a riscuotere abbastanza successo? I numeri messi a segno appaiono interessanti, mentre si avvicina a passo svelto il giorno della prima elettrica targata Suzuki. Basata sul concept eVX, si tratterà di uno Sport Utility lungo circa 4 metri e vedrà la luce il prossimo anno.