VIDEO
Cerca video
NOTIZIE 14 NOVEMBRE 2023

Zanzare fino a Natale in Italia: scatta l'allarme dei medici

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, l’Italia si trova a fare i conti con un inaspettato inquilino: le zanzare. In un contesto climatico insolitamente caldo, il persistente aumento delle temperature ha creato le condizioni ideali per prolungare la stagione di questi fastidiosi insetti, portando a un’allerta sanitaria emessa dalla Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima).

Allarme zanzare in Italia: il comunicato della Sima

La Sima, attraverso il presidente Alessandro Miani, ha lanciato l’allarme, sottolineando le temperature superiori alla media stagionale, con un aumento di 3,15 gradi rispetto alle statistiche storiche di ottobre. Questo caldo anomalo ha disturbato i cicli di vita e riproduzione delle zanzare, favorendo la sopravvivenza delle uova e la moltiplicazione degli adulti. Non solo le specie resistenti al freddo, come la zanzara giapponese o coreana, ma anche le comuni Culex pipiens e la temibile zanzara tigre sono coinvolte. Il presidente Miani avverte che, senza un repentino calo delle temperature, le zanzare potrebbero persistere fino a Natale, comportando non solo fastidi ma anche gravi pericoli per la salute.

Perché le zanzare rimarranno in Italia fino a Natale

Il fenomeno è attribuibile principalmente alle temperature elevate di ottobre, che hanno alterato i cicli vitali degli insetti. L’autunno più mite consente alle uova di sopravvivere, mentre gli adulti continuano a riprodursi. Questo non riguarda solo le zanzare resistenti al freddo, ma coinvolge anche specie più comuni, aumentando il rischio di malattie trasmesse, come il virus Dengue, Chikungunya e la febbre gialla. L’approvazione del primo vaccino anti-Chikungunya negli Stati Uniti è un segnale dell’urgente necessità di affrontare questo problema.

Come difendersi dalle zanzare ed evitare malattie

La Sima ha elaborato una guida pratica per difendersi da morsi e punture di insetti. In primo luogo, è cruciale comprendere che il commercio globalizzato contribuisce alla diffusione di nuove specie di insetti in Italia. Il cambiamento climatico, con il suo innalzamento delle temperature e la diversa distribuzione delle piogge, favorisce la proliferazione di zanzare e zecche.

La guida fornisce consigli su come proteggersi dalle zecche, suggerendo l’uso di abiti chiari, la copertura di braccia e gambe e l’evitare di avventurarsi in zone con erba alta. In caso di puntura, è fondamentale rimuovere delicatamente la zecca, evitando di schiacciare il corpo, e disinfettare la zona.

Per quanto riguarda le zanzare è evidente che esistano tantissimi rimedi che non funzionano. Ma cosa fare quindi contro questo temibile insetto, specialmente la zanzara tigre? È essenziale eliminare i loro habitat, trattare le aree esterne delle case con prodotti specifici e utilizzare repellenti. Esiste anche un rimedio naturale anti zanzare molto efficace. In caso di puntura, è consigliabile evitare di grattarsi, utilizzare prodotti specifici contro il prurito e applicare ghiaccio sulla zona interessata.

La guida della Sima fornisce anche consigli su come affrontare le punture di api, vespe e calabroni, sottolineando l’importanza di mantenere la calma e non tentare di scacciare gli insetti con gesti bruschi. In caso di reazioni gravi, come lo shock anafilattico, è fondamentale chiamare tempestivamente il pronto soccorso.

La persistenza delle zanzare in Italia fino a Natale richiede una consapevolezza diffusa e l’adozione di misure preventive per proteggere la salute pubblica e la guida della Sima offre una risorsa preziosa per affrontare questa inaspettata sfida ambientale.

2.868 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...