VIDEO
Cerca video

Risultati per il tag: ricette gustose

23 risultati
Filtra categoria
Qualsiasi Questo mese Quest'anno
Più rilevanti Data Più visti
FAI DA TE 07 GIUGNO 2024

Polpettone troppo asciutto, l’errore da non commettere

Il polpettone è senza dubbio il re delle feste e delle domeniche italiane. Amato da grandi e bambini è rivisitato con mille ricette differenti.

Preparare il polpettone sembra apparentemente una cosa da niente, eppure il rischio che diventi troppo asciutto è più che concreto, perché i passaggi durante la cottura nascondono diverse insidie.

Ecco qualche dritta per cucinare un polpettone a regola d’arte.

I consigli della nonna

Assicuratevi di aggiungere ingredienti grassi come uova, olio d’oliva extravergine, latte o formaggi. Questi aiuteranno a mantenere il polpettone umido durante la fase di cottura.

Utilizzate pane ammorbidito nell’acqua o, meglio ancora, nel latte per trattenere l’umidità.

Mai cuocere il polpettone troppo a lungo. In ogni caso, abbiate l’accortezza di verificare la temperatura interna per evitare di seccarlo.

Aggiungete verdure tritate come carote, zucchine o cipolle. Rilasceranno umidità durante la cottura e vi faranno portare in tavola un polpettone succoso al punto giusto.

Utilizzate una combinazione di carni (come maiale e manzo) per contribuire ad una migliore umidità e consistenza.

La ricetta della domenica

Ospiti a pranzo? Deliziateli con questo super polpettone.

  • Ingredienti
    500 g di carne macinata mista
    2 uova
    100 g di pane raffermo ammollato nel latte
    50 g di parmigiano grattugiato
    1 cipolla tritata
    1 carota tritata
    1 zucchina tritata
    Sale e pepe q.b.
    Prezzemolo tritato q.b.
    Olio d’oliva extravergine q.b.

Come procedere:

  • Ammollate il pane raffermo nel latte, lasciatelo inzuppare e poi strizzatelo per eliminare tutto il liquido in eccesso.
  • In una ciotola grande, mescolate la carne macinata con le uova, il pane strizzato, il formaggio grattugiato, le verdure tritate, il sale, il pepe e il prezzemolo.
  • Formate un polpettone col composto e mettetelo in una teglia antiaderente unta con un po’ d’olio extravergine.
  • Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 60 minuti.
  • Aggiungete un po’ di brodo vegetale o di vino bianco nella teglia per evitare che il polpettone si secchi.
  • Controllate la temperatura interna del polpettone, che dovrebbe raggiungere i 70°C.
  • Una volta pronto, lasciate riposare il polpettone per qualche minuto prima di affettarlo, in modo che i succhi si ridistribuiscano all’interno e le fette non si sfaldino.

Curiosità storiche

Il polpettone nella Storia ha vissuto una lunga evoluzione. Le polpette esistevano già ai tempi dei Romani. Furono inventate da un cuoco di nome Marco Gavio Apicio.

Solo nel ‘400 però la parola “polpetta” apparve per la prima volta in un ricettario (il De Arte Coquinaria di Maestro Martino).

Va detto che la polpetta di allora era più simile ad un involtino; divenne a tutti gli effetti la polpetta che conosciamo soltanto fra la metà del ‘600 e l’inizio del ‘700.

21.360 visualizzazioni
  1. 1
  2. 2
Chiudi
Caricamento contenuti...