VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 12 DICEMBRE 2022

Cos'è la SPS: il raro disturbo di cui soffre Celine Dion

Celine Dion è una cantante canadese conosciuta e amata in tutto il mondo. La sua “My heart Will go on” continua a far sognare il pubblico insieme al film “Titanic” del quale è tra i brani della colonna sonora. Secondo Forbes, nel 2019, è stata la terza artista musicale femminile più ricca al mondo con un patrimonio stimato di 450 milioni di dollari. Nel 2022 la musicista ha rivelato che le è stata diagnosticata la sindrome della persona rigida (SPS), un raro disturbo neurologico con caratteristiche di una malattia autoimmune. La notizia è stata diffusa da Celine stessa sul suo profilo Instagram.

La confessione di Celine Dion: le è stata diagnosticata la SPS

Come Chris Hemsworth che ha svelato al pubblico di avere l’APOE4, il gene che sta mettendo a rischio la salute dell’attore, anche Celine Dion ha voluto parlare ai fan di un disturbo che l’affligge. La cantante ha spiegato che la sindrome di cui soffre, la SPS, la porta ad avere difficoltà a camminare e cantare e che, di conseguenza, non sarà più in grado di suonare agli spettacoli già programmati per il prossimo anno nel Regno Unito e nell’Europa continentale. “Ed è stato davvero difficile per me affrontare queste sfide e parlare di tutto quello che ho passato”, ha detto l’artista in un video carico di emozioni. “Recentemente mi è stato diagnosticato un disturbo neurologico molto raro chiamato sindrome della persona rigida che colpisce qualcosa come una persona su un milione”, ha spiegato la musicista.

(Vedi anche: C’è un problema per chi ascolta la musica così)

Cos’è la sindrome della persona rigida (SPS) e come si manifesta

La sindrome della persona rigida colpisce il sistema nervoso centrale, ma ha manifestazioni neuromuscolari. La maggior parte dei pazienti con sindrome della persona rigida ha anticorpi contro l’acido glutammico decarbossilasi, enzima coinvolto nella produzione del neurotrasmettitore inibitorio acido gamma-aminobutirrico. Tuttavia, la sindrome della persona rigida può essere: autoimmune, paraneoplastica o idiopatica. I sintomi, in tutti e tre i casi, sono simili e consistono in rigidità muscolare, aumento del tono, e spasmi che progrediscono e interessano in particolare il tronco e l’addome e, in modo meno importante, gli arti inferiori e superiori. Per il resto i pazienti sono normali, e l’esame obiettivo evidenzia solo ipertrofia muscolare e rigidità. Tipicamente, la sindrome della persona rigida progredisce, portando a disabilità e rigidità in tutto il corpo.

10.450 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...