VIDEO
Cerca video
BUONO A SAPERSI 01 FEBBRAIO 2024

Devi cambiare il frigo per una nuova legge dell’Unione Europea: stop ai gas fluorurati

Il cambiamento climatico impone di invertire la rotta e di rispettare maggiormente l’ambiente per preservare l’unico pianeta, al momento, in grado di ospitarci. In quest’ottica ci sono importanti novità che arrivano dall’Unione Europea e che riguardano le caratteristiche del frigo, che forse devi cambiare. Sotto accusa, nella fattispecie, ci sono i modelli a gas fluorurati.

Stop ai frigoriferi a gas fluorurati inquinanti: cosa sono

Devi cambiare il frigo se è a gas fluorurati, sostanze particolarmente inquinanti che produce l’uomo attraverso le sue attività. Basti pensare ai processi industriali e al funzionamento dei dispositivi di refrigerazione, condizionamento e riscaldamento delle pompe di calore.

  • HFC: idrofluorocarburi.
  • PFC: perfluorocarburi.
  • SF6: esafluoruro di zolfo.

Sono questi i principali gas fluorurati, anche conosciuti come FGAS. I primi sono contenuti anche negli agenti espandenti delle schiume, negli estintori e nei commutatori elettrici. Si possono trovare, oltretutto, nel ciclo Rankine organico: è quello che converte il calore in energia meccanica o elettrica.

La storica decisione del Parlamento UE contro i frigo

Se devi cambiare frigo lo stabiliscono i nuovi parametri dell’Unione Europea. Gli effetti dei gas fluorurati sul riscaldamento globale maggiori di quelli della CO2 . Oggi rappresentano il 2,5% delle emissioni totali di gas serra dell’UE.

Introdotti negli anni ’90 per sostituire i gas freon, usati per refrigerare ma nocivi per l’ozono, ne hanno preso il posto. Tuttavia anche loro sono dannosi, contribuiscono all’effetto serra e al surriscaldamento globale.

Come capire se il frigo deve essere cambiato

Chi possiede apparecchiature a gas fluorurati in cui sono presenti più di 5 tonnellate di CO2 equivalente deve effettuare dei controlli di emissione periodici. La periodicità dipende dalla quantità di gas contenuta. Le multe per chi non rispetta la normativa vanno da 7.000 fino a 100.000 euro.

Con il cosiddetto pacchetto Fit for 55, si vogliono ridurre le emissioni del 55% entro il 2030. L’obiettivo è eliminare gradualmente gli idrofluorocarburi entro il 2050. Se non si interviene per tempo, la fine è vicina.

Saranno vietati i frigoriferi a gas fluorurati: queste sostanze si trovano sono soprattutto nei modelli più vecchi e sono altamente inquinanti. L’obiettivo è eliminarle completamente dal 2050, ma questo obiettivo sarà raggiunto per tappe: i primi divieti potrebbero infatti già scattare dal 2026.

Devi cambiare il frigo se consuma troppo. La classe energetica, infatti, incide sull’aspetto ecologico. Un apparecchio di medie dimensioni non dovrebbe consumare più di 200 Kwh all’anno. Ma non è tutto qui, ci sono altri fattori che è importante considerare.

  • Illuminazione LED: se al suo interno il frigo è dotato di questo tipo di luci si inquina di meno.
  • Motore inverter: non servono soltanto a far durare di più il frigo, ma causano una minore dispersione della temperatura interno e consumano di meno.
  • Tecnologia No Frost: è quella che consente di non accumulare il ghiaccio e, quindi, di ridurre i consumi.
  • Cassetti con temperatura personalizzabile: fare una distinzione in base agli alimenti permette una migliore conservazione e un minor spreco.

In conclusione è importante controllare la classe energetica, pulire il frigo e cercare di investire su modelli che abbiano le suddette caratteristiche. In caso contrario si potrebbe non essere in regola con le nuove normative europee.

5.126 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...