VIDEO
Cerca video
BUONO A SAPERSI 28 GIUGNO 2023

Messaggio d'allarme in arrivo sui telefoni: di cosa si tratta

Le tecnologie contemporanee introducono sempre più cambiamenti nella nostra vita quotidiana. In Italia, un nuovo sistema di allarme pubblico sconvolgerà il modo in cui riceviamo informazioni sulle emergenze. Si tratta di It-Alert, un sistema di messaggi diretti ai telefoni cellulari progettato per fornire informazioni vitali in caso di gravi emergenze o catastrofi imminenti o in corso.

Cos’è It-Alert, il sistema di allarme pubblico italiano

Il sistema di allarme pubblico It-Alert mira a fornire informazioni direttamente alla popolazione tramite telefoni cellulari. Funziona inviando messaggi a tutti i dispositivi in un’area specifica. Ciò consente di fornire informazioni vitali in caso di gravi emergenze. Al fine di promuovere l’adozione di misure di autoprotezione specifiche per ogni tipo di rischio, il Servizio Nazionale della Protezione Civile è responsabile dell’integrazione di It-Alert con le modalità di informazione e comunicazione già esistenti.

La rapida diffusione delle prime informazioni sulle situazioni di pericolo è garantita dall’aggiunta di questo nuovo sistema agli altri sistemi di allarme esistenti a livello locale. È conforme al protocollo internazionale noto come “Common Alerting Protocol” (CAP), che garantisce che sia compatibile con altri sistemi di avviso di allerta e di emergenza.

Come funziona It-Alert grazie alla rete cellulare

Per inviare messaggi di allarme direttamente ai dispositivi mobili, It-Alert utilizza la rete cellulare. Invia i messaggi an un gruppo di celle telefoniche geograficamente vicine utilizzando la tecnologia del broadcast di cella, che consente di delimitare l’area interessata dall’emergenza il più accuratamente possibile. Questa tecnologia può funzionare anche quando la copertura di rete è limitata o la banda telefonica è saturata. È importante ricordare che, per ricevere i messaggi It-Alert, i dispositivi devono essere accesi e collegati alla rete. Se il telefono è spento o privo di campo o se la suoneria è silenziata, il messaggio non verrà ricevuto e il telefono potrebbe non suonare. Per ricevere i messaggi It-Alert, non è necessario scaricare app; tuttavia, è utile controllare la configurazione del dispositivo per assicurarsi che sia impostata correttamente.

Quando riceveremo i primi messaggi sperimentali

It-Alert è attualmente in fase di sperimentazione da diversi mesi. Durante questa fase, sono stati effettuati test per valutare l’implementazione tecnologica, l’invio e la ricezione dei messaggi, nonché per raccogliere i feedback iniziali. In particolare, It-Alert è stato testato durante le esercitazioni di protezione civile “Vulcano 2022” e “Sisma dello Stretto 2022”. Durante queste esercitazioni, sono stati inviati messaggi di prova alle persone presenti nelle aree interessate, fornendo loro informazioni sulle situazioni di emergenza simulate e sulle misure di sicurezza da adottare. I risultati sono stati positivi, con una percentuale significativa di utenti che ha ricevuto correttamente i messaggi It-Alert.

I primi test regionali di invio dei messaggi It-Alert sono iniziati a giugno 2023. La Toscana, la Sardegna, la Sicilia, la Calabria e l’Emilia-Romagna saranno le prime a partecipare. Queste prove forniranno ulteriori informazioni sulla popolazione per valutare l’efficacia del sistema a livello regionale. Sono previsti test in tutte le altre regioni italiane e nelle Province Autonome di Bolzano e Trento entro la fine del 2023.

Queste sperimentazioni mirano a diffondere la conoscenza di It-Alert come un nuovo sistema di allarme pubblico, che fornisce alla popolazione informazioni vitali per emergenze e catastrofi imminenti. Sebbene non fornisca informazioni dettagliate sui rischi e sui comportamenti che dovrebbero essere adottati durante i test, sarà un’occasione preziosa per valutare l’efficacia di It-Alert e per valutare le opzioni per migliorare il sistema in base ai feedback che riceverà.

35.278 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...