VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 12 NOVEMBRE 2023

Come vedere lo strano oggetto perso nello Spazio dalla NASA

Quando si pensa alle missioni nello Spazio la mente va giustamente alla grandezza tecnologica che l’essere umano è stato in grado di raggiungere in soli pochi decenni di esperienza. Missioni che sono entrate nella storia, che hanno contribuito, al contempo, a rendere grande la NASA e a far fare un salto cognitivo all’umanità, tra scoperte e speranze per il futuro. Insomma, tutto ciò che Neil Armstrong aveva sintetizzato nella sua popolare citazione “un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità”.

Di fronte a tanta magnificenza viene difficile pensare che lassù, a migliaia di chilometri dalla terra, circondati da frammenti extraterrestri, possa essere smarrito un oggetto estremamente comune, facile da perdere quando si hanno i piedi ben ancorati a terra e, magari, solo la testa tra le nuvole.

Due astronaute NASA hanno perso una cassetta degli attrezzi

Terraferma e Spazio sono due luoghi tanto diversi che possono però essere più simili di quanto si possa pensare. Se è verro che molti degli errori commessi qua giù non vengono perdonati in quota e possono risultare spesso fatali, è altrettanto palese che ne esistano altri più innocenti che non recano danno in nessuno dei due luoghi.

Ad esempio, dimenticare una cassetta degli attrezzi qui sulla Terra non comporta nulla, al di là di una perdita economica e della frustrazione per la distrazione. E se ciò accadesse nello spazio?

Questo è esattamente quello che è capitato a due astronaute della NASA.

Le astronaute Jasmin Moghbeli e Loral O’Hara erano al lavoro sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), quando hanno inavvertitamente perduto una borsa degli attrezzi durante un’attività extraveicolare, meglio nota come passeggiata spaziale. Le astronaute stavano compiendo un lavoro di manutenzione a un pannello solare del laboratorio orbitante.

La perdita è stata subito segnalata dalle lavoratrici e tenuta sotto controllo dalla NASA, che ha seguito l’oggetto smarrito anche grazie a una telecamera esterna alla ISS, calcolandone da subito la traiettoria e escludendo pericoli per la stazione orbitale stessa. Il centro di controllo della missione, infatti, si è affrettato a precisare che sia la Stazione Spaziale sia l’equipaggio sono al sicuro e non vi è necessità di intervento.

Lo Spazio è pieno di detriti e anche la ISS deve spesso fare i conti con essi: viaggiando a una velocità che può arrivare a 28.000 km/h, la collusione con qualsivoglia frammento, anche di piccole dimensioni, può risultare catastrofico. Ecco perché esistono contromisure e procedure di sicurezza volte a scongiurare tale pericolo.

Come vedere la cassetta degli attrezzi che vaga nello Spazio

Il fatto più curioso di questa storia è che una semplice cassetta degli attrezzi smarrita a svariati chilometri di altezza possa essere visibile dalla Terra con una certa facilità.

È sufficiente uno strumento ottico poco più che amatoriale, come un binocolo o un piccolo telescopio, unitamente a condizioni meteorologiche idonee, per individuare quell’oggetto che mai ci aspetteremmo di trovare tra le stelle.

Per farlo basta puntare in direzione della Stazione Spaziale Internazionale durante uno dei suoi passaggi nei cieli. La cassetta si troverà lì, a poca distanza.

Come spiegato dagli esperti, la borsa degli attrezzi è estremamente luminosa, tanto da essere quasi visibile a occhio nudo: ha la stessa luminosità del pianeta Urano, visibile infatti senza bisogno di strumentazioni particolari, in circostanze eccezionali.

Nel frattempo l’oggetto smarrito è stato classificato ufficialmente nell’elenco dei detriti spaziali noti con il nome in codice di 58229/1998-067WC, come spiegato dall’astronomo Jonathan McDowell.

Chiudi
Caricamento contenuti...