VIDEO
Cerca video
CURIOSITÀ 20 GIUGNO 2024

Non caricare il cellulare di notte. Ecco il motivo

Da quando sono nati, gli smartphone sono diventati i compagni inseparabili della quotidianità della maggior parte di noi.

Non sempre, però, sappiamo come trattarli al meglio per evitare che i loro componenti si danneggino irreparabilmente.

Se avvolgerli in una custodia e salvaguardare il touchscreen con film protettivi che evitano graffi e crepe in caso di caduta sono ormai prassi consolidate, difficilmente si presta la dovuta attenzione anche alla batteria che, se ricaricata in modo sbagliato, avrà una vita molto più breve di quella garantita dai produttori del nostro amato cellulare.

No alla ricarica continua

L’abitudine di lasciare lo smartphone in carica per tutta la notte, per essere certi di ritrovarlo al 100% al nostro risveglio il mattino dopo, è completamente sbagliata.

Con questo sistema, infatti, si stressa inutilmente la batteria, riducendo considerevolmente il numero dei cicli di carica che il cellulare potrà sopportare nel tempo.

Secondo gli esperti, l’ideale è staccare sempre il device dal caricabatterie inserito nella presa di corrente o nella porta USB del PC quando ha raggiunto la carica massima.

Ovviamente, questa operazione è un po’ difficile da fare mentre si dorme, perciò sarebbe opportuno accertarsi di avere il dispositivo pienamente carico ben prima di coricarsi o meglio ancora spegnerlo durante le ore di sonno e riaccenderlo solo quando ci serve veramente.

Da qualche anno, inoltre, una start up italiana ha lanciato sul mercato un device chiamato Witty, che interrompe automaticamente il flusso di corrente elettrica dal caricatore al cellulare quando questo raggiunge il 100% di carica, promettendo di raddoppiare la durata della vita della batteria al litio di cui è dotato.

Come non far scaricare in fretta il cellulare

Se facciamo un uso intensivo del nostro smartphone, avremo sicuramente la necessità di poterci contare per tutta la giornata, senza che si spenga sul più bello o quando ci sarebbe davvero indispensabile utilizzarlo.

Con alcuni accorgimenti, potremo facilmente risparmiare batteria. Tra i più utili, figurano l’impostazione un periodo più breve per la disattivazione dello schermo, la riduzione della luminosità, la disattivazione di suonerie e vibrazione, l’eliminazione di account che non si usano più e la limitazione nell’uso di app a consumo elevato.

Anche l’attivazione della modalità di risparmio energetico può essere d’aiuto.

Non è mai consigliabile utilizzare un alimentatore diverso da quello fornito nella scatola dal marchio del vostro cellulare, anche se sembra compatibile.

Vanno inoltre evitate tutte quelle situazioni in cui il telefono può surriscaldarsi, specie se pienamente carico, altrimenti la batteria rischierà di danneggiarsi seriamente.

1.183 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...