VIDEO
Cerca video
BUONO A SAPERSI 13 FEBBRAIO 2024

Uova, quante mangiarne a settimana

In fatto di uova le leggende si sprecano. Che facciano bene è risaputo, ma quante mangiarne a settimana? Scopriamo insieme cosa dicono gli esperti.

Le proprietà nutrizionali

Le uova sono un concentrato di salute:

  • contengono amminoacidi essenziali che il nostro organismo non è in grado di produrre in autonomia;
    sono prive di zuccheri;
  • hanno un elevato contenuto di vitamine A, E, B1 e D;
  • sono una buona fonte di minerali, come ad esempio il fosforo e lo zinco;
  • contengono ferro, nella forma assimilabile facilmente;
  • sono poco caloriche;
  • sono una fonte preziosa di proteine;
  • contengono una corretta quantità di grassi e parecchie vitamine e sali minerali;
  • sono estremamente importanti per il fegato, in quanto contengono sostanze protettive che garantiscono la rigenerazione cellulare del tessuto.

Un uovo al giorno toglie il cardiologo di torno

Secondo una ricerca recente dell’Università di Pechino le uova, se mangiate quotidianamente, riducono il rischio di patologie cardiovascolari. Gli scienziati hanno monitorato per più di 9 anni circa 400 mila soggetti sani.

La scoperta ha dell’incredibile: chi fra le persone coinvolte nello studio era solito consumare un uovo al dì aveva meno probabilità di infarto, ischemie e malattie cardiache rispetto a chi invece non portava quasi mai in tavola l’alimento.

Colesterolo, ecco tutta la verità

Sulle uova il dibattito è sempre acceso: sono o no pericolose per chi soffre di colesterolo? Innanzitutto, occorre precisare che il colesterolo si trova solamente nel tuorlo, l’albume invece ne è privo. Un uovo intero contiene appena il 9% di grassi, tra cui una buona parte insaturi (benefici per l’organismo). Il tuorlo è ricco anche di lecitina, sostanza impiegata in diversi processi metabolici del corpo e che influenza in modo positivo proprio i livelli di colesterolo. Ciò non vuol dire che bisogna eccedere con il consumo delle uova: la razione consigliata è di massimo 3-4 a settimana; invece, in caso di colesterolo alto è meglio limitare il consumo a 1 o massimo 2 uova alla settimana (preferibilmente associandole a cereali integrali, legumi, verdura e frutta fresca).

Come conservare le uova a casa

Nei supermercati le uova si trovano riposte su scaffali a temperatura ambiente. Tuttavia, sulla confezione è riportata la dicitura “conservare in frigorifero dopo l’acquisto”. Allora, come conservarle nelle nostre case? Un regolamento europeo del 2008 raccomanda di trasportare e immagazzinare le uova a temperatura costante onde evitare situazioni favorevoli alla proliferazione dei batteri. Una volta a casa il discorso cambia: si suggerisce infatti di sistemarle sui ripiani centrali del frigo. In linea generale un uovo dura 28 giorni dal momento della deposizione. Volete accertarvi che sia fresco? Fate il “test dell’acqua”:

  • prendete l’uovo “sospetto” e immergetelo in un contenitore con acqua e sale al 10%;
  • se l’uovo va a depositarsi sul fondo è fresco;
  • se resta a galla è meglio non consumarlo;
  • se rimane a metà del contenitore il consiglio è quello di consumarlo in tempi brevi e previa cottura.

32.853 visualizzazioni
Chiudi
Caricamento contenuti...